close

In piazza studenti e lavoratori. Cgil: 4 ore di sciopero e 100 manifestazioni

Giornata di scioperi generali e manifestazioni a livello sia europeo che nazionale. A scendere in piazza sono non solo i lavoratori, ma anche e in maggior parte, gli studenti medi e universitari. Il motivo? Nemmeno a dirlo, tutte quelle politiche europee che vanno a distruggere il futuro dei giovani e il presente dei lavoratori.

E allora ecco arrivare i cortei in piazza con Roma, Terni, Milano, Torino, Genova, Bologna e Napoli in testa e la Cgil che ha aderito indicendo uno sciopero generale di 4 ore e qualcosa come 100 manifestazioni in tutto lo stivale.

Nella Capitale, ad esempio, non curanti della situazione di allerta meteo, i ragazzi delle scuole si sono uniti ai sindacati per ritrovarsi in piazza della Repubblica. Qui slogan, scipero manifestazione studenti lavoratoristriscioni, cori hanno risuonato e stanno tuttora risuonando, mettendo in evidenza i problemi sul lavoro, sui diritti dei giovani e dei lavoratori e molto altro. Il tutto coronato da frasi del tipo: “Se non cambierà, lotta dura sarà!“.

La manifestazione ha visto anche qualche momento di tensione, quando alcuni studenti hanno cercato di aprire la barriera delle forze dell’ordine, per portare le proprie richieste sotto le sedi istituzionali. Il bilancio ha registrato uno scontro fatto di pietre e bottiglie contro una carica di contenimento delle autorità.

Attendiamo le prossime ore per darvi maggiori informazioni sulla giornata di manifestazioni in tutta Italia.

Tag:, , , ,

Show 1 Comment

1 Comment

  • avatar image
    Gesualdo Gustavo
    15 novembre 2012 Reply

    La verità è che il sud europa ha creato violenze e scontri di piazza, mentre il Nord Europa ha dato vita a raduni civili e non violenti. Questa verità nessuno la racconta. Tranne me. http://www.ilcittadinox.com/blog/lignoranza-e-larroganza-del-meridione-opprime-nord-europa-e-occidente.html Gustavo Gesualdo alias Il Cittadino X

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi