Categorie
Da DNA a donna

Il giorno del sì: la scelta della bomboniera! (parte 9)

Ciao future sposine, sono in giro per negozi e vedo solo tanti gingilli senza senso, quasi perdo la concentrazione e mi butto sull’abbigliamento, quando ad un certo punto mi ricordo che devo comprare le bomboniere!!

Il mio futuro marito, ovviamente si è defilato dalla scelta e ha lasciato me, mia madre e mia suocera alla ricerca dell’oggetto misterioso. Dopo ore di lunghe camminate per il centro della città (visto che negozi di questo tipo si trovano ad un km di distanza l’uno dall’altro) decido che devo darmi un’organizzazione mentale. Prima di tutto, voglio un oggetto utile o solo che faccia scena? Se prendo quello utile per me, non è detto che lo sia per tutti, se prendo quello che fa scena, qualcuno potrebbe lasciarlo morire nell’armadio per anni.

A volte mi chiedo se solo al Sud, ci facciamo tutti questi problemi, spesso a matrimoni milanesi ho visto il sacchetto dei confetti bianco con un fiore intorno.  Invece in alcune regioni italiane ci sono tradizioni secolari e, guai a non rispettarle, qualcuno potrebbe offendersi. Penso proprio che una scelta giusta per la bomboniera non ci sia. E’ come fare un regalo ad un amico che non conosci bene, si va un po’ alla cieca. L’idea di seguire però un filo logico con il resto del matrimonio potrebbe essere una soluzione o comunque un aiuto per la bomboniera. Ad esempio l’utilizzo di un colore può esserci favorevole. Se l’abito, il tappeto in chiesa, l’auto, le tovaglie hanno un richiamo di rosso anche la bomboniera potrebbe averlo. Oppure se le nozze si festeggiano vicino al mare, una conchiglia lavorata in maniera particolare potrebbe sorprendere.

Per facilitare me stessa e dare qualche consiglio in più a voi, ho stilato un elenco di possibilità:

  • Matrimonio tradizionale = oggetti classici, quindi, porta tovaglioli, cornici, oliera, coltello formaggio…
  • Matrimonio glamour = oggetti strani come borsette porta confetti in shantung e seta, tele di pittori emergenti, piatti dipinti a mano…
  • Matrimonio semplice = solo confetti a forma di fiore o tubo in plexiglass con gardenia fresca in chiusura…
  • Matrimonio originale = oggetti fai da te come pot-pourri o vasetti di marmellata fatti in casa…
  • Matrimonio solidale = sacchetti già preparati per beneficenza da Emergency, Save The Children o Filo D’Oro…
  • Matrimonio green = piantine, saponette biologiche, porta confetti di juta.

Credo che adesso la situazione sia più chiara, rimane qualche consiglio sui marchi più belli: Brandani è sinonimo di stranezza e vivacità, Pignatelli è marchio d’eleganza e classicità, Gattinoni è giovanile e raffinato. Se non sapete ancora come orientarvi, rivolgetevi all’artigiano del paese per le terrecotte, sono oggetti intramontabili e che possono prendere la forma che desiderate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *