close

Francia: nozze e adozioni di coppie gay legali. Arrivato il si definitivo

Momento storico per la Francia:  l’Assemblea Nazionale francese, dopo il via libera del Senato dello scorso 12 aprile, ha dato il sì definitivo alla legge sulle nozze e sulle adozioni di bambini da parte di coppie dello stesso sesso.

Dopo anni di lotta attuate dalle associazioni di omosessuali, ora la Francia è diventato il quattordicesimo Paese a legalizzare il matrimonio gay e l’adozione, da parte di coppie dello stesso sesso, di bambini. Il si definitivo alla legge sulle nozze e l’adozione è arrivato questo pomeriggio, con il voto finale dell’Assemblea Nazionale che, dopo il via libera del Senato, dato poco più di dieci giorni fa,  ha ratificato il diritto per le coppie dell stesso sesso.

L’atmosfera presentatasi è stata davvero molto tesa; ci sono volute più di 136 ore di dibattito per raggiungere l’esito comunicato e, secondo quanto annunciato da Claude Bartolone, presidente dell’Assemblea Nazionale, sono stai molti anche i voti contrari, ovvero 225, contro i 331 favorevoli.

Francia matrimoni gayIl ministro della Giustizia, Christiane Taubira, ha definito questo momento come un momento storico per la Francia, che è stato accolto dalla popolazione francese non solo con applausi ma anche con fischi.

Mentre la destra ha annunciato la volontà di fare ricorso al Consiglio costituzionale prima che la legge venga promulgata, in Italia, precisamente a Roma, sono partite le proteste davanti all’ambasciata francese, attuate da vari movimenti giovanili, che non solo vogliono esprimere il loro disaccordo alla legge francese, ma anche la loro solidarietà ai cattolici di Francia, che sarebbero stati percossi e arrestati per aver semplicemente espresso, in forma del tutto pacifica, la propria contrarietà al progetto di legalizzazione delle nozze omosessuali.

A parlare sono anche le associazioni di omosessuali italiane, tramite il presidente di Arcigay, Flavio Romani, che ha dichiarato:

Il sì francese, che stabilisce che gli affetti di gay e lesbiche hanno lo stesso valore di quelli eterosessuali e rivoluziona profondamente l’istituto del matrimonio è la vittoria di chi crede che una società migliore è possibile. Il matrimonio fra persone dello stesso sesso è il trionfo della giustizia sociale e di coloro che si riconoscono nella democrazia, nella tolleranza e nell’uguaglianza. Ora tocca all’Italia offrire alle persone gay e lesbiche, che sono i nostri vicini, i nostri colleghi, i nostri amici e familiari quei diritti umani che da anni sono loro tenacemente negati. La classe politica italiana, ha il dovere civile e morale, ammesso che un barlume di morale ce l’abbia, di dare delle risposte a tutte quelle persone, e parliamo di milioni, che per anni sono state umiliate, offese, denigrate, escluse dai diritti, e la cui libertà è stata ferocemente repressa.

 

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi