close

Fiducia al Governo Letta: la Caporetto di Silvio Berlusconi al Senato

Con l’annuncio del voto di fiducia (favorevole) al Governo Letta da parte dei senatori del PDL, la crisi cominciata sabato per Silvio Berlusconi si conclude con una Caporetto, come mai prima d’ora nella storia del Cavaliere e del centrodestra.

Formigoni_PopolariEnrico Letta avrà la fiducia a quanto pare anche dall’intero gruppo del Popolo della Libertà, e così Silvio Berlusconi oggi incassa di fatto due cocenti sconfitte. Il Governo che voleva mandare a casa in una settimana e cui voleva sottrarre i ministri, avrà piena fiducia dalle forze che lo supportano, compresi i voti dei senatori  del Popolo della Libertà.

E, inoltre, viene messo alle strette dalle “colombe” che con un nuovo gruppo parlamentare, come annunciato da Formigoni, composto da 25 dissidenti PDL e da 10 senatori di GAL consentono in primis al Governo di avere la fiducia anche se il PDL ancora una volta cambiasse la linea di voto; e poi indebolisce la compagine PDL tanto da renderla di fatto una minoranza insignificante al Senato, essendolo già di fatto alla Camera dei Deputati.

Insomma, il leader incontrastato del centrodestra italiano sino ad oggi, non sembra più essere tanto inattaccabile. Formigoni da sempre fedelissimo a Berlusconi ed Angelino Alfano, con le loro dichiarazioni lo dimostrano. Chiarissimo sui fatti della notte l’ex Governatore della Regione Lombardia che dice di aver sentito Berlusconi all’una di notte, ma che le posizioni erano opposte e che quindi il nuovo gruppo si formerà comunque, perché non si può cambiare opinione su un Governo in una notte.+

Un momento durissimo quello di Berlusconi che sembra aver perso la freddezza e la capacità di analisi (quasi scientifica) che ha da sempre caratterizzato il suo modo di agire, forse perché mal consigliato dai falchi PDL che pensavano di poter bloccare il gruppo sulle loro posizioni, forse perché troppo “impaurito” dalle vicende giudiziarie e da quel timore (mal celato) di rischiare la prigione, anche se quest’ultimo rischio tutti sanno che è davvero impossibile.

 

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi