close

Festival del Film di Roma: istruzioni per l’uso

Al via il Festival di Roma, questa volta per davvero, e già i primi autografi e le prime star passeggiano sul red carpet. Tanto per cominciare la serata di apertura sarà quella dedicata al regista francese Luc Besson, che presenta The Lady, biografilm sull’attivista birmana Aung San Suu Kyi. Nei panni della protagonista ci sarà l’affascinante Michelle Yeoh, ma nel film anche un attore inglese di prim’ordine, che negli ultimi anni è entrato nel cuore dei più piccoli e non solo, interpretando il Professor Lupin nella saga di Harry Potter, David Thewlis.

the ladyIl regista e gli attori saranno presenti a parlare con la stampa ed a presenziare la proiezione ufficiale di questa sera. Ma quello che interessa davvero sapere ai lettori non è solo chi e cosa ci sarà al Festival, piuttosto come si arriva ad un Festival come quello di Roma che è giovane e proteso al pubblico. Il primo passo da seguire è fare richiesta d’accredito, in questo modo ci muniremo di un tesserino che sarà il nostro lasciapassare per tutte le proiezioni e gli incontri del programma. Gli steps fondamentali, poi, sono tutto un altro paio di maniche. Chi vuole intraprendere una carriera di animale da Festival deve sapere che: durante un Festival non si dorme, si mangia poco a meno che non siate molto ricchi e quindi potete attingere ai servizi mensa che mette a disposizione l’organizzazione, ci si lava quel tanto che basta alla comune decenza, si fanno file, si litiga con la sicurezza e si impara a tirar di scherma con il proprio badge alla caccia dell’autografo del giorno.

I preparativi fondamentali consistono in due momenti nei giorni esattamente precedenti al Festival: la lavatrice da Festival e la spesa da Festival. La prima consiste in un lavaggio rapido di tutti quegli indumenti  opzionabili durante il periodo festivaliero, che preferibilmente uniscono comodità ed eleganza a seconda dello stile di ognuno. La seconda, la spesa, è in effetti una vera e propria spesa al supermercato che consiste in panini (il must del Festival), companatici a scelta (si sconsigliano verdure grigliate a sott’olio e salsette varie per evitare di sporcarsi), salviettine imbevute, integratore minerale (per alcuni) e chewing gum alla menta.

Una volta messe a punto queste cose sopra elencate, preparare la borsa: programma del Festival, panino, acqua, chewing gum, borsello con l’indispensabile per rimettersi un po’ in ordine (cipria, pettine …), qualcosa di dolce per tirarsi su nella fascia oraria post pranzo. Poi è giusto e doveroso fermarsi al bar a chiacchierare di ciò che si è visto o meno, davanti ad un caffè o ad un aperitivo, si fa amicizia, si scambiano opinioni e ci si diverte.

Ed ora, borsa in spalla e programma alla mano, si parte alla volta dell’Auditorium, buon Festival a tutti!

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi