close

Elezioni 2013: la Lombardia resta nelle mani di Lega Nord e PDL

Doccia fredda per il Partito Democratico e per tutta la coalizione di centrosinistra con i dati che arrivano direttamente dal Ministero dell’Interno in merito al Senato in Lombardia, dove sembra infatti che tra la coalizione di centrodestra e quella di centrosinistra ci siano 10 punti distacco quasi, 38,7% per Berlusconi, 29,4% per Bersani, buona performance anche di Beppe Grillo vicino al 17%, dato che decreta la sconfitta del centrosinistra e rimette nei giochi ancora una volta il PDL e la coalizione con la Lega Nord, che in Lombardia ha letteralmente fatto la differenza, portando quasi un 15% di voti.

Voto_LombardiaIl primo partito nella regione resta il PD con il 27%, ma non basta ad questa soglia per vincere al Senato e guadagnare quel premio che avrebbe dato una maggioranza, seppur risicata, al centrosinistra. Non resta che attendere i dati delle altre regioni, anche se in Calabria, Sicilia e Campania sembra che la coalizione di centrodestra sia destinata a vincere con un conseguente Senato privo di una maggioranza, a meno di una coalizione allargata tra PD, PDL e M5S. Praticamente impossibile… si tornerà a votare a giugno? Magari con una nuova legge elettorale che consenta di scegliere chi mandare in Parlamento?

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page