close

Elezioni 2013: in casa PD si pensa alle dimissioni di Bersani?

Nessuno ha il coraggio di pronunciare la parola dimissioni fuori dalla stanza, nel “centro di comando del Partito Democratico”, in cui Pierluigi Bersani  e i suoi fedelissimi stanno meditando, il premier designato di un Governo che forse mai ci sarà al momento non ha rilasciato alcuna dichiarazione. Dal PD non è arrivato nessun commento ai dati del voto, eccetto quello di Matteo Orfini e di Fassina, inoltre, poco fa è stato annunciato che a parlare sarà Letta e non il segretario e candidato Premier. C’è qualcosa che non va nel quartier generale del centrosinistra.

Bersani_Dimissioni_elezioni2013E si fa largo nei corridoi e in sala stampa l’ipotesi che Bersani, deluso dal risultato, stia meditando di lasciare con un colpo di spugna: dimissioni. Un atto coraggioso e di rottura, che di sicuro sarebbe dirompente e forse dirimente per il futuro del Partito Democratico. Il futuro del centrosinistra si sta decidendo in una stanza in cui tanti discutono se è il caso o meno di fare un atto di rottura, oppure, cercare di formare comunque un Governo, forti della maggioranza alla Camera che sembra ormai acquisita.

Tra i tanti militanti in sede la posizione sembra unanime: ci vuole un atto forte, ci vogliono le dimissioni e l’azzeramento di una classe dirigente che ha evidentemente fallito, viste le sconfitte maturate in regioni date per sicure al centrosinistra come: Campania, Calabria e Puglia, dove governa Nichi Vendola alleato di Bersani; per non parlare della Sicilia dove con un governatore appena eletto di centrosinistra, il PD è la terza forza dietro PDL e Cinque Stelle.

Sicuramente, per gli elettori di centrosinistra che si sono affidati a Bersani, non sarebbe tollerabile un nuovo Governo di ampia convergenza, come ha già cominciato a proporre Formigoni, riproponendo il motivetto stanco ripetuto per mesi da Casini, Fini e Monti. Vedremo nelle prossime ore cosa accadrà. Quello che è certo, che tutti i giornalisti presenti nella sede del PD, anche quelli stranieri che non capiscono cosa sta accadendo poiché nessuno parla, non hanno notizie. Unica certezza, che Bersani non parlerà prima dell’arrivo dell’ultimo voto e dei tanto agognati dati certi.

Tag:, , , , , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page