close

Debito Pubblico, ottobre record: varcata la soglia dei 2.000 miliardi

2.014 miliardi di euro, questo il valore raggiunto nel mesi di ottobre dal nostro debito pubblico, così è stata frantumata anche la soglia psicologica dei 2.000 miliardi, cosa prevedibile, vista la crisi e che a settembre il debito si attestava attorno a 1.995 miliardi di euro. Eppure, Bankitalia che fornisce questi dati sottolinea come negli ultimi mesi le entrate del Fisco siano cresciute di circa il 2,9% rispetto a quelle dell’anno scorso, ovvio merito del rigore e dei controlli più severi, ma anche di una pressione fiscale ormai alle stelle e spesso insopportabile per le imprese.

Una delle fonti di debito più pesanti per il nostro Paese, resta il servizio sanitario nazionale, già messo nel mirino da Mario Monti e dal suo Governo, tanto da dire che l’assistenza sanitaria in futuro non sarà una cosa scontata se non si tagliano le spese inutili e non si riducono gli sprechi. Infatti,  la nostra sanità ha un debito di quasi 40 miliardi di euro verso i fornitori di prodotti, farmaci e macchinari, cui contribuiscono in gran parte tre regioni: Lazio, Campania e Sicilia.

Insomma, una situazione non facile che di sicuro oggi influirà anche sui mercati e sull’ormai onnipresente spread che tanto terrore genera nelle Borse di mezzo mondo, oltre che da un po’ di tempo anche su cittadini ed economia reale.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi