PinkDNA

Moda

Dalla Birkin alla Cèline: le borse più amate dallo star system!

La borsa è uno degli oggetti cult del mondo femminile; capiente, mini, multicolor, con dettagli preziosi, a tracolla o clutch, mai nessuna donna uscirebbe di casa senza la propria borsa. Un piccolo regno dentro il quale si celano tutti i segreti e i trucchi di cui necessitiamo durante una giornata fuori casa.

Le comuni mortali si accontentano dell’accessorio, scegliendo in un campionario vasto e che non ne garantisce l’esclusività, le fashion victim vanno alla ricerca di quelle più pregiate che difficilmente si trovano nel negozio sotto casa e il cui prezzo molte volte è da capogiro.

Veniamo ora alle borse più amate dalle celebrities! Per lungo tempo, protagonista indiscussa è stata la preziosissima Birkin del marchio francese Hermés. Il sogno irrealizzabile di più della metà delle donne; sfoggiata dalla signora Beckam, da Eva Longoria e dalla Kardashian, risulta quasi impossibile acquistarne una poiché i prezzi partono dalle ottomila euro, per il modello base, fino a cento ventimila euro, per quelle più elaborate.le borse più amate

Divenuta famosa dopo essere stata avvistata al polso di Samantha Jones in Sex and the City, ancora oggi molte vip fanno a gara per mostrarsi in giro con l’oggetto dei desideri. Ultimamente pare che un’altra bag abbia guadagnato qualche punto di notorietà; si parla della Cèline uno dei must have delle fashion addicted.

In pelle morbida, raffinata, chic ed elegante rappresenta un cult di questa primavera-estate 2013 e la nuova collezione ripercorre uno stile glam con tutti i colori che più trendy della stagione.

Dal bauletto Armani alle bags Louis Vuitton fino alle Miu Miu, sono molti i brand che hanno realizzato delle vere e proprie opere d’arte; purtroppo in pochissime possono permettersele, alcune si accontentano dei marchi low cost altre invece accenderebbero volentieri un mutuo per poter acquistare una delle tante borse sfoggiate dalle star!

Lascia un commento

Your email address will not be published.
*
*