close

Crotone: un’intera cosca di ‘Ndrangheta fermata grazie alla testimonianza di Lea Garofalo

Il coraggio di Lea Garofalo è ancora vivo e combatte la ‘Ndrangheta assieme a tutti noi. Grazie alla testimonianza della collaboratrice di giustizia fatta uccidere a Milano dal marito e poi bruciata, infatti, quest’oggi in tutta Italia sono stati effettuati 17 arresti per una serie di omicidi della guerra tra le cosche di Crotone.

Lea_GarofaloSono stati celebrati solo pochi giorni fa i funerali di Lea Garofalo a Milano, città in cui ha trovato la morte per mano del marito e ndranghetista Carlo Cosco. Dopo anni di ricerca il ritrovamento dei resti del corpo bruciato e straziato dai carnefici della mafia calabrese. Ma oggi il sacrificio di Lea Garofalo ha consentito di fermare ben 17 persone per una serie di omicidi di ‘Ndrangheta.

Tra gli arrestati c’è anche il boss Nicolino Grande Aracri, ritenuto il capo dell’omonima cosca di Cutro. E alcuni affiliati di cosche che operano in tutta Italia da Nord a Sud, ma radicate profondamente nel territorio crotonose.

Tag:, , , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi