close

Condannate le due maestre dell’asilo degli orrori di Pistoia

Connubio tanto strano quanto brutto quello tra le due parole “asilo” e “orrori”, che è stato , però, purtroppo usato nel 2009 per denominare l’asilo nido Cip Ciop di Pistoia, teatro dei maltrattamenti da parte di due maestre nei confronti dei bambini dell’istituto.

Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, questo il nome delle due donne, sono state oggi condannate dal Gup di Genova (l’inchiesta fu trasferita nella città ligure in quanto uno dei dei bambini dell’asilo è figlio di un magistrato toscano, dunque non poteva occuparsene la procura di Pistoia), rispettivamente a 6 anni e quattro mesi e 5 anni di reclusione.

Le due maestre furono arrestate nel dicembre del 2009, con l’accusa di maltrattamento continuato ai danni dei bambini dell’asilo. I video di tali maltrattamenti, ottenuti grazia all’installazione da parte della polizia di una telecamera nascosta, scioccarono l’Italia intera. Bimbi picchiati, alzati di peso per i capelli, costretti a mangiare con la forza, chiusi al buio per ore, queste le scene a cui coppie Asilo cio ciop Pistoiadi genitori sono stati costretti ad assistere.

Il pm Silvio Franz aveva chiesto per le due maestre una condanna di 8 anni per Anna Laura Scuderi e 6 per Elena Pesce. Gli avvocati difensori delle due donne, dall’altra parte, in risposta alla condanna assegnata, hanno annunciato che ricorreranno in appello, in quanto il giudice non avrebbe tenuto conto delle attenuanti generiche.

La mamma di una delle bimbe dell’asilo di Pistoia ha dichiarato riguardo alla sentenza: “sono contenta che sia stata pronunciata la parola ‘colpevoli’ nei confronti di queste due donne perché da un senso di giustizia”.

 

 

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi