close

Cile: bambina bruciata viva da una setta perchè considerata l’anticristo

SANTIAGO, Cile – Giovedì, la polizia cilena ha arrestato quattro persone, accusate di aver bruciato al rogo una bambina, perché il leader della setta credeva che la fine del mondo era vicina e che la bambina era l’anticristo.

La bambina di tre anni fu portata in cima di una collina, nel paese di Colliguay vicino il porto cileno di Valparaiso il 21 novembre, e fu gettata nel fuoco. La madre della bambina, la 25enne Natalia Guerra, ha presumibilmente acconsentito al sacrificio ed è stata arrestata.

Miguel Ampuero, dell’unità investigativa, ha dichiarato:

la bambina era nuda.  Fu imbavagliata per non permetterle di gridare. Poi la misero su un asse di legno. Dopo aver chiamato gli spiriti la gettarono nel fuoco”. Le autorità bambina cile rogo anticristo settahanno riferito che la setta, composta da 12 persone, si era formata nel 2005 ed era guidata da Ramon Gustav Castillo Gaete, 36.

Ampuero ha aggiunto: “nella setta ognuno era un professionista. C’era un veterinario, un assistente di volo, un regista e un redattore. Tutti erano laureati”. La polizia ha riferito che il capobanda è stato visto, l’ultima volta, andare in Perù, per comprare ayahuasca, una pianta allucinogena, usata per controllare i membri della setta.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi