Categorie
Cinema

Ci Vuole un Gran Fisico: la recensione del film di Angela Finocchiaro

Angela Finocchiaro rappresenta da sempre quelle attrici molto brave, divertenti e brillanti, che hanno sempre fatto del loro talento, e non del loro corpo, la loro arma vincente.

Adesso a 50 anni la Finocchiaro si guarda e ci ripensa, considerando che nonostante tutto Ci Vuole un Gran Fisico. E’ questo infatti il titolo dell’ultimo film che vede protagonista l’attrice lombarda, in cui interpreta una donna che alle prese con le incombenze quotidiane (figlia, ex marito cialtrone, madre anziana, lavoro) ha perso di vista il tempo per se stessa, ed ora che è alle soglie della menopausa, e lavorando un in centro commerciale al reparto cosmetici, è doppiamente vincolata a mantenere un bell’aspetto giovane.

La situazione precipita quando una sua collega viene licenziata, e così Eva diventa preda della paura di perdere tutto. Ad aiutarla arriva un insolito e dispettoso angelo custode che potrà condurla sulla giusta strada solo a patto che sia lei a camminarci.

Ne è passato di tempo da quando Angelo ci vuole un gran fisico angela finocchiaroFinocchiaro girava nuda per casa in Volere Volaredi Maurizio Nichetti, e ora l’attrice, dopo una lunga carriera costruita tra cinema e teatro, riesce a scherzare sulle rughe e sull’età che avanza con grande classe, con l’eleganza e la comicità che la caratterizzano, realizzando un film godibile e intelligente, merito di una protagonista one-girl-show come solo la Finocchiaro si può permettere di essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *