close

Cellule staminali: Nature critica Vaticano e Parlamento italiano

Ancora un nuovo scontro nel mondo delle cure con le cellule staminali. Questa volta, però, lo scontro non è interno al nostro Paese, non sono le istituzioni a scontrarsi contro genitori o la chiesta a stagliarsi contro le cure di malati terminali. No, questa volta a mettere voce sulle cellule staminali è la nota rivista scientifica Nature, che dal uso sito web accusa il Vaticano e il Parlamento italiano.

Tutto nasce da un editoriale online di ieri, dal titolo Smoke and mirrors (fumo e specchi), con sottotitolo: Italy’s parliament must listen to expert advice before deregulating stem-cell therapies.

Ad essere preso di mira dall’editoriale, la cui firma resta anonima, è in particolare il secondo meeting internazionale sulle staminali adulte tenutosi in Vaticano dall’11 al 13 aprile scorso e insieme ad esso anche le decisioni prese dal Senato in merito all’ormai tanto discusso e noto metodo Stamina.

Nell’articolo online il convegno viene definito come una performance coreografica in cui bimbi malati sono stati mostrati in tv insieme a aziende impegnate nelle staminali e scienziati disperati, con l’intento di far passare il messaggio che le loro terapie a base di staminali devono essere accelerate.

Successivamente l’occhio dell’editoriale su sposta cellule staminali nature vaticano parlamento editorialesu quanto avvenuto al Senato il 10 aprile, quando è stato approvato il decreto Balduzzi sul metodo Stamina. Il 10 aprile, scrive l’editorialista riferendosi al Senato, hanno modificato un decreto ministeriale, già controverso, con una clausola che avrebbe ridefinito la terapia con cellule staminali, come il trapianto di tessuti, liberandolo in tal modo da qualsiasi controllo normativo.

Se la seconda camera parlamentare approverà l’emendamento, continua l’articolo, l’Italia sarà fuori dal percorso definito dalle norme dell’Unione europea e la US Food and Drug Administration.

Il post continua poi argomentando come le cellule staminali possano essere un ottimo strumento di cura, ma solo una volta che la ricerca avrà compiuto tutti gli studi necessari; ricerca che al momento sembra sia ancora lontana dall’aver trovato la formula giusta per sfruttare al meglio le staminali nelle terapie per malattie incurabili.

Insomma le staminali continuano a far discutere e a quanto pare l’Italia sarà chiamata a compiere una scelta complicata. Per chi volesse leggere interamente l’editoriale di Nature, eccovi il link al post: Nature – Smoke and mirrors.

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi