Categorie
Gossip

Catherine Zeta Jones e Michael Douglas: divorzio milionario in vista?

Una cosa così “traumatica” non accadeva dal 2000, da quando la coppia perfetta di Hollywood formata da Nicole Kidman e Tom Cruise non si separava, messa in crisi, dicono alcuni, dalla profonda esperienza condivisa sul set di Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick.

Proprio nel 2000, mentre Hollywood diceva addio alla coppia dei sogni, un’altra coppia di super star, accompagnate da un accordo prematrimoniale da capogiro e da spese folli, si sposava dando inizio ad una delle storie d’amore più belle del mondo dello spettacolo, una di quelle storie che sembrano destinate a durare. Michael Kirk Douglas sposa Catherine Zeta Jones.

Dopo 13 anni di amore, di grandissimi momenti, sia felici (come l’Oscar vinto da lei e l’arrivo di due figli), sia tristi e difficili (come la lotta di lui contro il cancro alla gola), la coppia si separa. Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma il solito ben informato tabloid Star dice che Douglas avrebbe già lasciato la casa che divide con Catherine e con i loro figli, e sarebbe pronto a staccare all’ex compagna un assegno di 300 milioni di dollari.

E pensare che la coppia aveva davvero fatto sognare, Michael douglas carherine zeta jonesper la straordinaria devozione reciproca dimostrata in questi 13 anni. Lei era riuscita a scampare alla maledizione da Oscar: si dice infatti, e molti casi lo testimoniano (vedi Sandra Bullock e Kate Winslet), che dopo la vittoria di un Oscar le attrici incorrano in profondi cambiamenti nella vita privata.

Non è stato così per la Zeta Jones, che anzi, dopo la statuetta ottenuta non ha cavalcato l’onda del successo solo per rimanere accanto a Michael, ammalatosi di tumore alla gola. Si vocifera che la bella attrice abbia fatto di tutto per salvare il matrimonio, ma sembra che ormai non ci sia nulla da fare.

Un’altra coppia d’oro scoppia, per la tristezza infinita dei sognatori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *