close

Catene da neve in pensione? Obbligo di pneumatici invernali in vista

Se fino ad ora avete avuto paura di incorrere in una multa a causa del mancato utilizzo delle catene da neve, ora le cose potrebbero totalmente invertirsi, perché presto le catene potrebbero essere vietate per essere sostituite dall’uso obbligatorio ed esclusivo dei pneumatici invernali.

Questo quello che emerge da un emendamento al disegno di legge n°3533, presentato il 27 novembre scorso dai senatori Paravia e Ghigo alla 10° Commissione Senato sulle misure per la crescita del Paese, e approvato dalla commissione industria del Senato, all’interno del quale viene prescritto “al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensità, l’utilizzo esclusivo di pneumatici invernali, qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l’incolumità delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative”.

La manovra, passata fin’ora sotto silenzio, è stata portata a galla dall’Asaps (Associazioni Sostenitori ed Amici Polizia Stradale), che spiega lo stupore creato dall’emendamento, considerando che  l’utilizzo delle gomme da neve è già previsto dalla norma in vigore Catene da neve(articolo 6 Cds  comma 4 lettera e – in alternativa all’uso di mezzi antisdrucciolevoli).

Inoltre, il nuovo comma (“9-bis. All’articolo 6, comma 4, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dopo la lettera f) è aggiunta la seguente: g) prescrivere al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensità, l’utilizzo esclusivo di pneumatici invernali, qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l’incolumità delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative”) prevedrebbe si l’uso esclusivo di pneumatici invernali al posto delle catene, ma a discrezione dei proprietari delle strade. La decisione finale, dunque, sarebbe rimandata all’ente proprietario della strada a cui spetterebbe l’adozione del provvedimento fuori dei centri abitati.

E’ partita la richiesta al Parlamento da parte dell’Asaps, di non approvare l’emendamento, che risponderebbe ad “esclusive logiche di interessi settoriali e non di sicurezza”.

Tag:, , , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page