Categorie
Coaching for women

Investi su te stessa. Terzo passo: elimina le interferenze #2

Abbiamo parlato di interferenze esterne nel precedente articolo e sono certa che hai già apportato qualche modica al tuo ambiente e ai rapporti con la cerchia delle persone che ti sono vicine.

Ora veniamo ad una parte molto importante da mettere a fuoco per ottenere la vita che vuoi: le interferenze interne.

investi su te stessaOvvero ciò che credi possibile o non possibile su di te, sulle persone, sulla vita, sul mondo: in altre parole le tue convinzioni profonde, quel senso di certezza che hai su determinati argomenti e che fanno sì che tu agisca in determinati modi.

Ecco, vedi, alcune di queste convinzioni sono probabilmente utili e potenzianti rispetto a quel che tu desideri ottenere, mentre è possibile che altre convinzioni siano limitanti e controproducenti per ottenere ciò che vuoi. Io li chiamo Paradigmi, come li definisce uno dei miei maestri Bob Proctor.

Un Paradigma è una moltitudine di abitudini. Un’abitudine è un’idea che è stata fissata nella mente subconscia di una persona e che fa sì che questa persona compia delle azioni senza nessun pensiero conscio (come ad esempio infilarsi sempre per prima la scarpa destra!). Un Paradigma è ciò che causa il nostro comportamento abituale. Molte volte facciamo cose che non vogliamo fare, ottenendo risultati che non desideriamo, ma lo facciamo lo stesso. Questo accade a causa di alcuni paradigmi che sono radicati nella nostra mente subconscia e che controllano le nostre azioni e comportamenti in modo automatico.

Per far sì che una persona attui un cambiamento permanente nella sua vita personale e professionale, è necessario che ci sia un cambiamento nella causa primaria dei suoi risultati. Un errore comune che molte persone fanno è provare a cambiare i risultati mutando comportamento. Quando questo avviene, il cambio c’è, ma è generalmente solo temporaneo. Nonostante sia il comportamento a causare il risultato, ne è la causa secondaria. La causa primaria è il Paradigma. Quando inizi a cambiare il paradigma, inizia a cambiare  risultati che stai ottenendo nella tua vita.

Un esempio abbastanza potente e chiaro, su questo tema delle interferenze interne, è collegato al concetto di denaro. Per noi italiani, il denaro ha sotto sotto un’accezione negativa. Pensaci un attimo. Quali sono i modi di dire che hanno installato in noi paradigmi negativi sul denaro?

“ Sporco denaro” “ Lavati le mani dopo avere toccato il denaro” “ Il denaro è il signore della guerra” “ Bisogna accontentarsi di poco” “Il denaro è all’origine del male” “Non si può essere ricchi e spirituali contemporaneamente” “Non tutti possono essere ricchi” … e via dicendo.

Capisci bene che io posso attuare tutte le modifiche che desidero sul mio rapporto col denaro, seguire un piano di risparmio, fare attenzione alle spese, lavorare 24 ore su 24… Ma se dentro di me credo profondamente di non meritarlo o di non desiderarlo perché porta del male e della cattiveria, è molto molto probabile che non riuscirò ad averne più di un tot.

E allora come faccio? Devo eliminare le interferenze interne che mi stanno limitando!

Come fare? Prima di tutto è necessario capire quali sono, analizzando le aree deboli della mia vita.

In cosa non sono forte? Qual è quell’area in cui so cosa voglio, so come ottenerlo, ma non riesco ad ottenerlo?

Eccola lì! Lì sotto c’è un’interferenza interna, una convinzione che mi sta auto boicottando. E attenzione, qui non c’è nessun giudizio del tipo “giusto” e “sbagliato”, né tantomeno sul perché o sul per come questa convinzione negativa sia nata. Quel che a noi interessa si concretizza in: è efficace oppure no rispetto al mio obiettivo? Come posso eliminarla?

Una volta individuata dovrò smontarla ragionandoci su. Certo, fare questo esercizio con un Coach è sempre meglio, ma puoi cimentarti anche da sola.

Prendi un foglio e scrivi “ Cosa voglio?” e poi “ Cosa mi impedisce di ottenerlo” e di nuovo “ Cosa mi impedisce di ottenerlo” e poi di nuovo altre due volte “Cosa mi impedisce di ottenerlo?”. All’inizio darai risposte legate alla tua realtà esterna, farai quello che tutti facciamo e cioè “darai la colpa” a qualcosa di esterno e troverai alibi. Ma se continui a chiederti “Cosa mi impedisce di ottenerlo?” finirai per scoprire tutti i limiti interni che realmente ti trattengono.

Se sarai onesta con te stessa, rispondendo a queste domande riuscirai a capire qual è la convinzione limitante, quella che ti sta bloccando veramente.

Arrivata a questo punto chiediti “E cosa voglio invece?”. E poi costruisci una nuova convinzione, più efficace e potenziante.

Ed ecco come eliminerai, una alla volta e con un po’ di pazienza, anche tutte le interferenze interne!

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Investi su te stessa. Terzo passo: elimina le interferenze

Dopo avere attinto alla tua immaginazione e alla tua fantasia (vedi le prime due lezioni: decidi cosa vuoi e definisci i tuoi obiettivi), dovresti ora avere in mano una pagina scritta di tuo pugno in cui hai descritto in modo conciso e chiaro ciò che vuoi diventare, essere, ottenere.

Il passo successivo per creare la persona che vuoi diventare e manifestare la donna meravigliosa che risiede in te al 100%, è eliminare le interferenze.

Le interferenze possono essere di due tipi: esterne ed interne.

Investi su te stessa. Terzo passo: elimina le interferenze Quando parlo di interferenze esterne mi riferisco all’ambiente in cui vivi e alle persone che frequenti spesso. In alcuni casi l’ambiente potrebbe essere perfetto ed estremamente fertile per la buona riuscita del tuo obiettivo; ma in altri casi, invece, potrebbe ostacolarti o renderti difficile mettere in atto le azioni necessarie per portare a termine il tuo piano d’azione.

Pensaci un attimo. La città in cui abiti, il paese dove vivi, la casa o l’ufficio in cui lavori, sono in sintonia con gli obiettivi che hai scritto nella descrizione sul tuo foglio? Se la risposta è no, non disperare! Non sei costretta a traslocare di punto in bianco: ragiona piuttosto su alcuni cambiamenti che potresti apportare in termini di comodità e praticità. Ci vuole più luce? Più colore? Potresti mettere in ordine? Buttare via tutto ciò che è inutile? C’è un’attività che va molto di moda e che si chiama Decluttering e cioè eliminare tutto il superfluo e vivere in ambienti ordinati e ben organizzati per migliorare la propria produttività.

Se questo per te è arabo, corri ai ripari e documentati (leggendo il nostro articolo linkato sopra). Modificare e migliorare il tuo ambiente è un primo passo molto importante. E’ un po’ come dire: non vorrai mica iniziare un programma alimentare per perdere peso, con la dispensa zeppa di barattoli di cioccolato, zucchero e brioche?! O assumere una nuova collaboratrice senza avere pensato a dove creare una sua postazione?

L’altro elemento che può causare interferenza esterna Investi su te stessaè dato dalle persone che frequenti e che vivono attorno a te. Come sei messa a “buone o brutte compagnie”? Hai vicino persone che credono in te, che ti supportano, che ti stimano e ti fanno sentire bene, oppure no? Le persone da cui ricevi la maggior parte dei suggerimenti sono esperte nelle aree in cui ti offrono i loro consigli?

Se la risposta a queste domande ti farà capire che attorno a te le persone non sono la squadra adatta a supportarti positivamente per raggiungere quel che vuoi, allora creati un’altra squadra!

E non sto dicendo di tagliare i ponti con tutta la tua famiglia, se per caso fosse proprio la famiglia l’interferenza limitante: piuttosto stabilisci dei paletti oltre ai quali non permettere a chi ti crea negatività di passare. E valuta, sulla base dei tuoi obiettivi, che tipo di persone potrebbero esserti utili da frequentare per decidere come conoscerle.

Iscrivi ad un corso, oppure ad un circolo, ad un club, ad un gruppo – possibilmente dal vivo, ma eventualmente va bene anche online – frequenta raduni di persone che abbiano la mentalità simile alla tua, positiva, di supporto e che ti facciano sentire accettata e compresa. Perché anche se sei la donna più indipendente ed autonoma del mondo, non c’è nulla da fare; le frequentazioni, anche se indirettamente, influenzano i tuoi comportamenti e la tua vita.

E di conseguenza i tuoi obiettivi e risultati.

Le interferenze interne sono invece i tuoi conflitti interni, le tue convinzioni limitanti, i tuoi paradigmi ed i cliché che hai ereditato dalla tua educazione e cultura. Ne parliamo nel prossimo articolo…

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Investi su te stessa. Secondo passo: definisci i tuoi obiettivi!

Dopo avere attinto alla tua immaginazione e alla tua fantasia (vedi prima lezione: Investi su te stessa! Passo primo: decidi cosa vuoi), il passo successivo per creare la persona che vuoi diventare e manifestare la donna meravigliosa che è in te, al 100%, è passare dalla fantasia alla teoria.

Trasformiamo il sogno in un progetto. Sei pronta? Bene!

investi su te stessa obiettiviAnche questa sera, dedicati un’oretta tutta per te. Magari prima di iniziare l’esercizio potresti farti un bel bagno caldo con la schiuma e accendere un incenso profumato. Poi prendi un bel foglio candido e una penna che scriva bene (sì, viziati!).

Tieni davanti ai tuoi occhi il copione della tua vita ideale: in gergo questa descrizione la chiameremo la tua Visione. Per un’azienda la si chiamerebbe Vision. Ma poco importa come la chiamiamo, quel che conta è che ha messo in moto in te un processo importante di creatività e che ora dobbiamo compiere lo step seguente per andare avanti con il nostro piano.

E perciò entriamo nel dettaglio, questo è il momento giusto per specificare gli obiettivi contenuti nel tuo copione. Sarai in grado di valutare con maggior consapevolezza cosa ti aiuterà a ottenere ciò che vuoi e cosa invece ti sta impedendo di farlo. Un obiettivo, perché sia ben espresso, deve essere prima di tutto scritto nero su bianco. Assicurati poi di esprimerlo in positivo e cioè scrivi ciò che vuoi (es: essere in forma!) e non ciò che non vuoi. (es: non ingrassare!). Al nostro cervello in NON , fa il solletico e non lo considera proprio: quindi va a finire che poniamo l’attenzione proprio sul qualcosa che non desideriamo. Tienilo a mente. Un obiettivo poi, per essere ben espresso, deve essere misurabile: ovvero devi trovare un parametro con il quale poter valutare se e quando l’hai raggiunto! Tieni a mente questi fattori e procedi.

Pronta? Rispondi a queste domande in cui estrarremo dalla tua visione i tuoi obiettivi per le aree di maggior rilevanza della tua vita.

1) Salute e forma fisica: potresti migliorare qualcosa in quest’area per raggiungere l’immagine della te stessa nel copione ideale? Cosa? Migliorare l’alimentazione, l’attività fisica? Il look, i capelli? Scrivi quali azioni ed obiettivi desideri raggiungere in quest’area.

2) Lavoro e Carriera: come si svilupperà il tuo lavoro? Cosa fai e con che tipo di clientela ti interfacci nella tua vita ideale? Con chi lavori? Quante ore al giorno? Quante giornate alla settimana? Quante settimane all’anno? Quanto guadagni? Definisci i tuoi obiettivi specifici per questa area della vita.

3) Famiglia e relazioni: come gestisci i rapporti con le persone che ami nel tuo film dei sogni? Chi sono? Quanto spesso le vedi? E cosa fate insieme? Che emozioni provi? Descrivi il tuo obiettivo anche in quest’area della vita

4) Divertimento e crescita personale: nel copione, cosa fai per divertirti e per apprendere cose nuove che ti stimolino? Quali sono le attività che desideri siano presenti nella tua vita? Descrivi anche questo aspetto!

Come vedi, ora avrai una descrizione sempre più dettagliata di chi sei e di cosa vuoi. E vedrai, te l’assicuro, sarà più facile raggiungere questi sogni e trasformarli in realtà.

Sintonizzati presto per leggere il prossimo articolo e compiere il passo successivo verso la tua trasformazione! Ricorda: tutto è possibile! Perciò continua a pensare in grande!

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Investi su te stessa! Passo primo: decidi cosa vuoi

Su cosa  è meglio investire oggi? Su Te Stessa!

I mercati precipitano, gli immobili perdono valore, c’è la recessione e il Governo non ti salverà! Beh, impara a non dare troppo peso alle circostanze esterne e ricorda: almeno hai sempre Te Stessa!

credi in te stessa coachingPerciò è adesso il momento di investire nelle tue capacità, nei tuoi sogni, nel tuo futuro. Impara sin da subito un’abilità importante e cioè quella di manifestare le tue idee brillanti e creare entrate da te stessa e dalle tue risorse, dai tuoi doni e dai tuoi talenti.

E poi potrai essere anche più utile alla tua famiglia.

Sì, richiede coraggio.

Sì, devi essere diversa.

Sì, devi osare ed affrontare la paura.

Devi prepararti ora! Il 2012 non sarà una grande annata per molti. Ci saranno ancora un sacco di cambiamenti economici e politici. E siamo noi, sei Tu che puoi procedere più velocemente se lo fai con i TUOI piedi e contando su Te stessa.

Quand’è stata l’ultima volta che ti sei chiesta cosa vuoi davvero nella vita? Forse non l’hai addirittura mai fatto! Oppure, se sei come la maggior parte delle persone, hai un’idea piuttosto vaga e anzi sei convinta che chiederselo non faccia altro che alimentare inutili aspettative e fantasie!

Invece, amica mia, non attingendo alla tua immaginazione, non usando la tua abilità di fantasticare, sprechi più del 90% del tua energia creativa.

Leggi attentamente questo articolo e la serie di post in esclusiva su Pink DNA che seguiranno: ti condurrò attraverso alcuni esercizi davvero importanti per trasformare la tua vita e migliorarla. Perché per ottenere ciò che vuoi, esiste una strategia.

Oggi vediamo il primo passo: decidere e definire COSA VUOI.

Come?

Prenditi un’oretta questa sera. Sì, proprio questa sera. coaching for womenNon rimandare a domani. Oggi è il giorno giusto. Procurati carta e penna, accendi una candela o un incenso, se ti piace, e fai tre bei respironi prima di cominciare. In alto al centro del foglio scrivi questo titolo “Il copione del film della mia vita ideale”.

E poi rispondi a queste domande che ti aiuteranno a sintonizzarti con chi sei tu veramente e con quel che desideri ottenere da te stessa.

1)   Chiudi gli occhi e immagina lo scenario per te più positivo. L’ambiente che ti piace di più, il luogo in cui ti senti a tuo agio o in cui sogni di vivere e trascorrere la maggior parte del tempo. Immagina questo luogo e descrivilo minuziosamente: che colore c’è, che odore, che materiali, che luce… tutto!

2)   Entra dentro a questa immagine e vedi te stessa che vivi in questo tuo ambiente ideale, che vivi la vita dei tuoi sogni: cosa faresti? Chi sarebbero le persone attorno a te? Come saresti vestita? In che modo parleresti? Che espressione avresti?  Cosa faresti appena sveglia? E prima di andare a dormire? Descriviti nel dettaglio!

3)   Cosa dirai a te stessa quando sarai nel film della tua vita ideale? Come ti sentirai?

4)   Che effetto avrà questo copione sulle persone che ami e che vivono intorno a te?

5)   Descrivi con precisione e dettagliatamente questa immagine mentale e poi ripeti l’esercizio per 3 sere di fila in modo da perfezionare, poco alla volta, tutti gli aspetti, i dettagli e ogni minimo ritocco della tua vita ideale.

6)   Riassumi in un foglio A4, scritto in bella grafia, il copione della tua vita ideale e leggilo tutte le sere prima di andare a letto e tutte le mattine appena sveglia! Ti stupirai dei risultati che questo esercizio produrrà.

Regole per la buona riuscita dell’esercizio:

  • Pensa in grande: sii coraggiosa ed esagera nel sognare, è gratis!
  • Inserisci nel copione tutte le attività che ami svolgere, hobby e divertimenti compresi
  • Esprimiti in forma affermativa dicendo ciò che vuoi e non ciò che non vuoi!

 

In bocca al lupo! Attendo di leggere i vostri risultati.

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Talenti nascosti: 6 semplici consigli per scoprirli

Secondo il dizionario il talento è: l’inclinazione naturale di una persona a far bene una certa attività. Una capacità spontanea che abbiamo TUTTI e che può spaziare dalla creatività alle abilità atletiche/sportive. Tutti abbiamo almeno un talento, ma non tutti siamo sempre bravi ad identificarlo.

talenti nascostiQualche volta i talenti sono proprio davanti ai nostri occhi e noi nemmeno li vediamo. Se riesci a individuarli, puoi sfruttare una risorsa meravigliosa capace di aiutarti in ogni aspetto della vita, anche nel mondo lavorativo. Sia che tu stia cercando l’attività professionale ideale da avviare o che tu stia cercando di crescere e fare carriera nell’ambito in cui stai già lavorando, potresti proprio trovare le risposte che cerchi nei talenti. Ecco alcuni consigli per scoprirli!

Domanda a 10 persone quali siano i loro talenti e preparati a ricevere un’enorme varietà di risposte, molte delle quali includono la semplice frase “Boh? Non lo so!”. Come può essere? Perché spesso le persone sono troppo coinvolte in ciò che funziona bene per loro da non notare le proprie abilità. Così queste gemme restano nascoste per anni!! Trovare il talento in realtà è molto più facile di quanto si possa pensare. Ecco 6 semplici modi per scoprire i tuoi talenti nascosti:

1. Ascoltare gli altri Le persone attorno a te abitualmente conoscono quali sono i tuoi talenti, anche se tu non li sai. Se ci pensi un attimo, la gente ti avrà sicuramente detto che sei bravo in qualcosa di particolare e te l’avrà detto anche un sacco di volte. Solamente che non stavi dando ascolto seriamente. È arrivato il momento di ascoltare e di fidarti dei complimenti sinceri che ti vengono fatti! Perché anche lì si nasconde un tuo talento!

2. Stabilisci cos’è facile per Te. Ci sono attività che trovi molto facili da svolgere o scontate da fare, magari le stesse attività per cui altri, invece, diventano matti a realizzare o che impazziscono a portare a termine? Se ci sono cose che svolgi in modo “Super Facile”, potresti forse essere portato a credere che siano semplicemente cose “facili” o ovvie anche per tutti gli altri. Ma non è così che funziona! Nella stessa situazione altri si stressano e farebbero di tutto per evitare, mentre tu le svolgi come se fosse una passeggiata! Ecco un altro talento nascosto!

3. Cosa ti diverte di più. I tuoi talenti potrebbero mostrarsi anche in un altro modo. Ci sono riviste delle quali non ti annoi mai e che divori? Programmi che rivedresti in continuazione anche per molte volte di seguito? Pensa a quello che ami di più fare quando hai del tempo libero. Se sei attirato da quel qualcosa, allora è certamente un tuo talento naturale!

4. Già zitto? C’è un argomento specifico del quale ti piace parlare a lungo e spesso arrivi al punto che se non smetti immediatamente di parlarne i tuoi amici ti sparerebbero? Pensaci un po’ e forse potresti scoprire che questo argomento è uno dei tuoi talenti nascosti; oppure è in qualche modo connesso ad uno di essi.

5. Semplicemente, chiedi. Domanda a tutte le persone che conosci, che ti diano una risposta sincera rispetto a quali pensano siano i tuoi talenti. Domandagli per favore di ignorare le tue cattive abitudini e di condividere invece con te una o due cose che loro ritengono venirti particolarmente facili e per le quali hai talento. Domanda a parecchie persone che conosci e rivolgiti sempre a loro ad uno ad uno. Compila una scheda riportando i risultati ed ecco svelato un altro tuo talento nascosto!

6. Come da bambino. Qual è quell’attività che quando eri bambino passavi ore a svolgere? Quella cosa che quando la mamma ti chiamava a tavola dicevi sempre a te stesso: “ Di già?” come se il tempo fosse volato? Torna indietro con la memoria a ciò che amavi da impazzire quando eri piccolo o al tuo gioco preferito da bambino. Et voilà ecco un altro tuo talento!

Quando sai quali sono i tuoi talenti, ti senti più sintonizzato alla frequenza della vita. Puoi anche usare i talenti per avere successo nella vita personale e nel mondo del lavoro. Sia che tu voglia far leva su di essi nei tuoi prodotti e servizi, o che tu voglia usarli per fare network e creare relazioni di qualità, i tuoi talenti unici sono davvero importanti da conoscere. Quando capitalizzi il talento che ti contraddistingue, non percepisci più il lavoro come lavoro, ma come semplice e divertente vivere! E tutto ciò che rende il lavoro e la vita più piacevole e divertente è certamente qualcosa di buono!

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Nutri bene la tua Mente e Cambierai in Meglio la tua Vita – Seconda Parte

Se credi che la maggioranza delle persone siano lì pronte a fregarti, questa sarà la tua esperienza. Se credi che gli uomini non siano degni di fiducia, questo sarà il tipo di esperienza che attirerai. Se credi che ottenere denaro in grandi quantità sia difficile, dovrai davvero lavorare duramente per ottenere probabilmente pochi soldini. Per me, la vera chiave del successo è stata iniziare a domandarmi: “Come può essermi utile questa convinzione? Mi sta portando ad ottenere ciò che voglio? E’ una credenza che ha davvero senso oppure senza senso, è chiara oppure è una credenza confusa?”. Se ci pensi una sacco delle cose che le persone credono, non ha assolutamente senso!

meditareOsserva quali sono i tuoi pensieri più costanti: sono positivi e prosperosi oppure sono solo delle “schifezze inutili”? La trasformazione per me inizialmente è avvenuta osservando ogni pensiero che avessi e domandandomi “Da dove viene?”.

Nove volte su dieci le cavolate che avevo in testa non erano mie vere convinzioni. Erano cose che qualcuno mi aveva detto. Qualcosa che mia madre era convinta fosse vero, ma nemmeno lei ne era poi tanto sicura; oppure qualcosa che avevo imparato da chiacchiere sulla spiaggia 20 anni fa. Qualcosa che una maestra mi ha detto quando avevo 5 anni o un’amica quando ne avevo 14! Alcune mie convinzioni non avevano alcun fondamento e mi erano totalmente inutili! Nutrire la mente in modo sano è davvero importante. Inizia subito a farlo anche Tu!

Come fare?

1)   Scegli bene chi hai intorno per la maggior parte del tempo!

2)   Leggi libri che ti piacciano o che ti servano, che colmino le lacune che senti di avere. I libri stimolano la tua attività mentale e ti aiutano a guardare la tua vita da un’altra prospettiva.

3)   Un’altra attività mentale nutritiva e di cura per te stessa e del tuo ambiente culturale, è dedicare a te stessa ogni giorno un po’ di tempo: in silenzio, in tranquillità, magari meditando o comunque rilassandoti. Ho iniziato anni fa a meditare e questo mi ha decisamente cambiato la vita. Prima di imparare come meditare, pensavo che fosse qualcosa per cui mi sarebbero servite ore ed ore di sofferenza, con posizioni scomode e vestita di bianco. Quello che invece ho imparato è che meditare è semplicemente stare seduta tranquilla 10-20 minuti ogni giorno e che questo può davvero cambiare il corso della mia giornata. Molte delle mie idee per la giornata e per le giornate successive, mi arrivano proprio in questo tempo tranquillo che dedico a me stessa. È come se la radio che ho sempre accesa in testa prima abbassasse il volume e poi lentamente si spegnesse, per lasciare spazio ad una voce interiore che sa un sacco di cose su di me, sulla mia vita e sui miei progetti. E mi dà dei consigli eccezionali. Ti invito a provare. Potrebbe essere solo l’inizio dell’esplorazione della tua passione e del tuo scopo e potrebbe davvero rappresentare il prossimo passo che compi nel tuo percorso.

4)   Un’altra fantastica tecnica da usare per dare ossigeno alla mente e prenderti cura del tuo ambiente culturale, è tenere un diario. Scrivere di getto 5 o 10 minuti  all’inizio della giornata può essere un modo geniale per schiarire la mente e pensare ai passi migliori da compiere per te nelle ore  e nei giorni successivi. Lo so, non hai più 15 anni ed una struggente cotta per il compagno di banco che non ti si fila, quindi potresti anche dirmi “E di cosa scrivo sul diario?”. Scrivi tutto quello che ti passa per la mente. All’inizio potrebbe essere strano e forse ti troverai a scrivere la versione lunga di una lista delle cose da fare per il giorno. Tu non mollare e insisti: scoprirai un tema, una traccia. Questi temi sono punti chiave ai quali quella voce che chiacchiera dentro la tua mente ti richiama e ti chiede di porre attenzione. È davvero importante osservare cosa compare quando ti metti a scrivere, soprattutto alla fine. Dopo una decina di giorni, potresti stupirti del potenziale creativo e progettuale che è annidato dentro di te e che aspetta solo di prendere forma e diventare realtà! Non vorrai mica ignorarlo, vero?

Prova queste tecniche semplici e divertenti e fammi sapere come va. Prova e magari scoprirai che potrebbero davvero piacerti!

 

Vale Giuffrè

Success & Styling Coach for Women

www.valegiuffre.it

Categorie
Coaching for women

Nutri bene la tua Mente e Cambierai in meglio la Tua Vita – Prima parte

Nei giorni in cui viviamo siamo circondati da stimoli infiniti e continui. La mole è così elevata da non riuscire nemmeno a recepirli consapevolmente tutti. Quelli che assorbiamo ripetutamente, si infilano affettuosamente nella nostra Mente Sub-conscia e a forza di dai e dai diventano, simpaticamente, Convinzioni.

Ora.

valentina giuffrè women coachUn conto è se le convinzioni che cristallizziamo nella nostra mente sono convinzioni utili. Del tipo “faccio bene 5 volte di fila la Quiche Lorraine, tutti mi dicono che sono bravissima a cucinare la Quiche Lorraine e allora mi convinco di esserlo davvero e che diventerò una cuoca provetta.

Diverso è se quel che sento limita la mia vita, convincendomi, ad esempio, di non essere in grado di fare qualcosa e quindi rendendomi sempre più imbranata in determinato campo fino al punto da farmi rinunciare! Che fastidio quando capita! E che spreco! “Il vero io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te”. Così dice Paulo Coelho nel suo bellissimo libro Veronika decide di morire. Ed ha davvero ragione. Pensateci un attimo.

Noi dobbiamo imparare ad essere CONSAPEVOLI. Consapevoli di quanto c’è nelle nostre testoline: di buono e di efficace. Ma non solo, anche ciò che risulta inutile e depotenziante! E così, così, così… importante essere CONSAPEVOLI di noi stesse.

Quello che vedo io, invece, è quasi un’epidemia: meglio non pensare troppo, non porsi troppe domande e lasciare che le cose accadano! E per quanto? E poi? È inconcepibile per me! E soprattutto è INUTILE!

Donne che soffrono nelle loro relazioni d’amore e non fanno nulla per cambiare la situazione; frustrate nel loro posto di lavoro e che non si impegnano per trovare un’alternativa. O ancora donne che sviliscono se stesse, non esprimendo i propri talenti e la loro vera bellezza, ma appiattendosi dietro una plastica facciale o un marito che le tradisce. Follia pura.

E non ne sto facendo una questione di moralità. Per me ciascuno è libero di fare ciò che crede, nel rispetto della libertà altrui. Io ne faccio più una questione di obiettivo, di scopo. Cosa ci faccio qui su questo benedetto pianeta? A sprecare me stessa e le mie giornate oppure a vivere ogni giorno al meglio che posso, crescendo, evolvendo, usando i miei doni e i miei talenti ed aiutando gli altri!?

Essere sé stesse è molto meglio che essere la fotocopia sbiadita di sé stesse, o peggio, di qualcun’altra!

Spesso le persone non esaminano il perché sono come sono. Molte volte le ho sentite dire: “Io sono così … e basta”. Sono come se avessero inserito il pilota automatico. Questo, grazie al cielo, mi capita di osservarlo sempre meno tra le persone attorno a me. Ma devo confessarvi che in tutti i giri e viaggi intorno al mondo, la mia esperienza è stata maggiormente questa: donne che vivono sulla base di quello che altri hanno trasmesso loro, senza pensare in sintonia con la loro profonda essenza. Le persone non entrano in se domandandosi: “Perché ho questo tipo di pensiero?”. Questa sì che è una buona domanda e dovresti iniziare a portela. “Perché la penso così?” o meglio ancora “Quale beneficio mi porta questa convinzione?

Perché credi ciò che credi? Inizia ad osservare ogni cosa che fai. Perché mangi quel che mangi? Perché cucini quel che cucini? Perché vivi dove vivi? Quali sono le motivazioni dietro le tue scelte?

Se non arrivano dal profondo di te stessa allora penso proprio che valga la pena di farsi delle domande. Con questo lavoro di introspezione, fatto in modo sincero e onesto, puoi ottenere tutto quello che vuoi; perché realizzi, un passo alla volta, che il mondo nel quale vivi non è altro che un ologramma che riflette ciò in cui tu credi.

 

Vale Giuffrè
Success & Styling Coach for Women
www.valegiuffre.it