Categorie
Amore

Rapporto di coppia: il decalogo per far funzionare la relazione

Secondo un noto psicologo statunitense, Carl Rogers, sono quattro le condizioni essenziali sulle quali si fonda una buona relazione amorosa.

Prima fra tutte la comunicazione, intesa come la condivisione dei propri pensieri, sentimenti, emozioni e l’accettazione di quelli dell’altro.

Seguono l’impegno, inteso come partecipazione attiva alla risoluzione dei conflitti e la dissoluzione dei ruoli, intesa come essere diversi liberamente, nella propria verità e nella propria essenza, a prescindere dalle aspettative altrui.

In ultimo, ma non per questo di minore importanza, è necessario diventare due sé distinti, cioè aiutarsi reciprocamente nella realizzazione autentica di sé stessi.

Ma esistono anche regole di buon senso per far sì che un rapporto di coppia funzioni, quali sono?

1)     Comunicare in  regole rapporto coppia amore maniera aperta e leale:
il conflitto rappresenta un momento naturale all’interno della vita di coppia e diventa fondamentale in questi casi rispettare le ragioni ed i punti di vista dell’altro. Un conflitto ben gestito rappresenta un momento di confronto, di conoscenza dell’altro e quindi crescita per la coppia: è importante ricordarsi che la vittoria di uno dei partner corrisponde alla sconfitta di entrambi.

2)      Riconoscere i propri errori: ammettere i propri sbagli ed impegnarsi a non ripetere l’errore commesso.

3)      Rinunciare alla perfezione: bisogna imparare ad accettare i propri limiti e quelli dell’altro, ricordandosi che nessuno è perfetto.

4)      Sviluppare il senso del “noi”: condividere tutto ciò che porta alla creazione ed al rafforzamento del legame affettivo, senza far prevalere forme di egoismo.

5)      Alimentare la passione: non dar mai nulla per scontato! Al contrario è fondamentale desiderare e sentirsi fisicamente, sessualmente ed emotivamente attratti, rendendosi sempre desiderabili agli occhi del partner.

6)      Creare intimità di coppia: più una coppia sarà intima più sarà unita, la fiducia reciproca e la spontaneità nel mostrarsi così come si è rappresenta un forte collante della coppia.

7)      Essere coerenti: evitare che ci siano contraddizioni tra ciò che viene detto e ciò che viene fatto.

8)      Dare spazio all’amore: dare spazio alla comunicazione dei sentimenti quotidianamente e lo si può fare utilizzando la comunicazione verbale o anche attraverso un pensiero gentile;

9)      Imparare a perdonare: amare è anche perdonare; far prevalere l’orgoglio può voler dire sentire il dolore per non aver l’altro vicino.

10)    Impegnarsi verso l’altro: impegno inteso come assunzione di responsabilità nei confronti del partner; vuol dire fedeltà, fiducia e disponibilità; vuol dire aiuto nel suo percorso di crescita personale e presenza emotiva nei momenti difficili della vita.

 

Categorie
Amore

Ecco le 5 principali fantasie erotiche delle donne

Qualcuno pensava forse che le fantasie erotiche appartengono solo agli uomini?

Anche noi donne le abbiamo … di un genere diverso da quelle maschili, più fantasiose, ma sicuramente non da meno.

Come ben si sa, le donne in tutti i campi lavorano molto di testa, e la sfera sessuale non fa eccezione. Per far scaturire tutta la passione di una donna bisogna quindi giocare molto d’astuzia stimolando la sua fantasia … solo così si può accendere in lei un desiderio che non riuscirà a controllare.

Ma vediamo ora più nello specifico quali sono le 5 fantasie erotiche più diffuse nel mondo femminile.

Spazi pubblici: fare sesso in luoghi pubblici è la fantasia erotica più frequente nelle donne (tant’è che anche io la condivido! ), e quindi quella che sta in vetta alla classifica. L’ascensore, l’ufficio, il camerino di un negozio … insomma, tutti i luoghi dove c’è il rischio di essere scoperte eccitano noi donne. Anche gli spazi all’aria aperta non sono da meno, come per esempio prati, spiagge, luoghi che ci fanno sentire libere.

Rapporto dominato: noi donne ameremo anche dominare nella vita di tutti i giorni, ma sotto le lenzuola vogliamo essere dominate. Una cosa che eccita molto è l’essere prese con un pizzico di brutalità e violenza, magari non per forza in camera da letto; se il nostro uomo ci prende inaspettatamente in un qualsiasi posto della casa, magari in cucina mentre stiamo preparando la cena (mentre i bambini sono dai nonni, nel caso di coppie sposate con figli), sarà segno di un desiderio incontrollabile nei nostri confronti che a noi piacerà molto.

Rapporto “accessoriato”: manette, bende, corde, cibo … sono tutti oggetti che stimolano la nostra creatività a letto. Giocare un po’, soprattutto durante i preliminari, non potrà che rendere più piacevole il momento dell’atto in se.

Fare sesso con uno sconosciuto: fantasia diffusissima e per niente difficile da soddisfare (visto i maschi che ci sono in circolazione!!). L’idea di andare a letto con un estraneo affascina tantissimo le donne, grazie a quell’alone di mistero che avvolge tutta la situazione; se lo sconosciuto poi è un caliente straniero ben venga! (attenzione ai doppi sensi)

Rapporto a tre: questa è una fantasia che personalmente non condivido per niente, ma a quanto pare a molte donne piace. E’ il sogno erotico più trasgressivo e che ogni donna rivela meno facilmente, soprattutto considerando il fatto che il desiderio in questione coinvolgerebbe due donne e un uomo.

Anche voi lettrici riconoscete queste fantasie come vostre? O ne avete qualcuna più stravagante da suggerirci?? Si accettano consigli  😉

Categorie
Amore

Dalla Norvegia: la parità tra i sessi sgretola la coppia!

Nelle coppie “moderne” dove lui e lei si dividono i compiti in egual maniera e partecipano in modo attivo e costruttivo alle faccende domestiche e alla cura dei figli, i tassi di divorzio sono di gran lunga più alti rispetto alle famiglie in cui la donna è la regina della casa e gestisce in autonomia l’educazione dei figli. Lo dice un recente studio norvegese che manda in fumo anni di lotta per il raggiungimento della parità tra i sessi e documenta, con dati alla mano, l’aumento dei divorzi, che è pari al 50%, nelle coppie dove c’è una equa divisione di responsabilità casalinga rispetto a quelle più “tradizionali” dove l’uomo si limita a portare lo stipendio a casa.

Equality in the Home”, questo è il titolo dello studio norvegese dove Thomas Hansen, in qualità di co-autore, sostiene che le coppie di oggi che condividono il lavoro all’interno della casa non riescono ad ottenere un rapporto soddisfacente. Hansen ha detto: “La maggior parte della gente immagina che la rottura avvenga in misura superiore nelle famiglie con meno parità in casa, ma non è così infatti le nostre statistiche dimostrano il contrario...”.

Uno dei motivi è la sovrapposizione delle competenze. Ci sarebbero meno litigi se ci si dividesse i compiti in maniera rigida, senza “calpestarsi i piedi” a vicenda. Nella realtà è molto difficile trovare una famiglia organizzata alla perfezione, quindi capita che i partners facciano gli stessi mestieri, una volta per ciascuno, suscitando la voglia di correggersi a vicenda e quindi di appesantire l’atmosfera familiare. Magari quando l’uomo rifà il letto, la donna toglie le pieghe rimaste alla coperta vanificando gli sforzi fatti dal compagno. La stessa cosa quando stira, quando veste i figli, quando lava i piatti. Il confronto-scontro è inevitabile e ci si ritrova quasi a competere l’uno con l’altro.

Le coppie moderne – continua Hansen – sono esattamente così, per come si ripartiscono i lavori domestici e per come percepiscono il matrimonio… In queste coppie, le donne hanno un alto livello di istruzione e un lavoro ben pagato, il che le rende meno dipendenti dal loro coniuge dal punto di vista finanziario.

La ricerca affronta il tema matrimonio e afferma che se non è visto come un rapporto privilegiato tra due persone che va al di là di ogni altra cosa, è inevitabile l’insorgere di tensioni e contraddizioni. Si hanno meno capacità (e voglia???) di perdonare l’altro e di assorbire e lasciar passare le cose negative. Quello che Hansen consiglia, in conclusione, è la necessaria chiarezza dei ruoli senza invasioni di campo e conflitti d’interesse. Ma così, più che un matrimonio, a noi sembra un contratto societario con la suddivisione delle quote azionarie (che tristezza!).

Ma in Norvegia come sono messi? Beh… su 10 donne sposate, 7 sono casalinghe o comunque lavoratrici che però svolgono la maggior parte dei lavori domestici e, secondo i dati, con grande sorpresa quelle 7 donne, sebbene oberate di lavoro, registrano i tassi maggiori di felicità e soddisfazione.

Categorie
Amore

Fidanzati in vetrina: ecco il negozio che affitta modelli per tutti i gusti!

Donne, single e non, un’interessante notizia arriva dalla Francia e, dall’alto del mio altruismo, ci tengo a condividerla con tutte voi.

adopt un mec affitto uominiTutte siamo a conoscenza dell’esistenza di siti internet per gli incontri; qualcuna di noi li avrà anche usati e magari in alcuni casi si saranno anche formate delle vere e proprie coppie che si sono giurate amore eterno. Ma in negozi che vendono uomini vi siete mai imbattute??

Da questo momento potete farlo… vi basterà recarvi in Francia!

Ha infatti da poco aperto a Parigi la prima boutique che affitta uomini, con tanto di esposizione dei modelli in vetrina.

L’idea è di un sito di incontri francese “Adotta un ragazzo” (Adopt un mec) che funziona ormai dal 2007 e vanta 4,7 milioni di iscritti.

Più che un sito di incontri però si tratta di un adopt un mec franciasupermercato online, dove solo le donne possono contattare gli uomini e aggiungerli al loro carrello (azione che rappresenta il marchio del “supermercato”), potendo usufruire anche ogni giorno di una diversa offerta speciale.

Con l’apertura del negozio è stato però raggiunto l’apice.

Ora ogni donna potrà recarsi direttamente in negozio e scegliere il modello che preferisce. Preciso inoltre che ogni uomo è etichettato da una descrizione; c’è l’avventuriero, l’uomo chic, il rocker e così via.

Il punto vendita resterà aperto solo una settimana a Parigi per poi spostarsi nelle altre maggiori città francesi.

Beh, amiche… andiamo a fare shopping? 😉

Categorie
Amore

Sesso in obitorio a Brindisi: alle stranezze non c’è mai fine!

In questa estate la moda di fare sesso in modi strani sembra stia rimbalzando di città in città e ogni volta con sfumature differenti. Già in passato c’erano state storie di ragazzi pescati a fare l’amore in strada a Milano e Firenze, ma ora tocca a Brindisi e in modo molto… molto… particolare!

sesso obitorio brindisiInfatti questa volta non si parla di strade, spiagge o macchine, bensì di obitorio… si avete capito bene, proprio l’obitorio. A diramare la notizia è stato il quotidiano online BrindisiReport.it, dal quale leggiamo che in realtà, la notizia, non è proprio freschissima.

La scoperta, infatti, risalirebbe a qualche mese fa, quando dei militari che stavano indagando su un presunta storia di favoritismi ad agenzie funebri, si sono trovati davanti ad uno spettacolo hard che sicuramente non immaginavano di trovare.

Due le coppie scoperte a compiere atti sessuali e, in base a quanto riportato, pare che “i protagonisti e le protagoniste non mostravano alcun timore di sorta”.

Le due coppiette, probabilmente sicure di non essere scoperte in un luogo tanto particolare, sarebbero state invece riprese dalle telecamere piazzate dagli investigatori nella camera mortuaria per le indagini e poi scoperte dagli agenti.

Insomma, ok che bisogna avere fantasia in amore e rilanciare i rapporti con nuove emozioni… ma questo mi sembra eccessivo no?

Categorie
Amore

Ti amo: le coppie lo dicono solo dopo 14 incontri, ma fanno sesso prima

Quando si parla d’amore, ogni particolare e stranezza assume una rilevanza davvero enorme. E si passa dai piccoli gesti alle superstizioni, passando per tutti quei riti necessari, secondo l’una o l’altra persona, per riuscire a sedurre il proprio amato o la propria amata.

amore ti amo coppie 14Quello che fino ad ora, però, ancora non si sapeva è quale fosse il numero dell’amore. Si, proprio così, perché a quanto pare, secondo una ricerca condotta dal sito web d’incontri online seekingarrangement.com, l’amore avrebbe un numero e sarebbe il 14. Ma cerchiamo di capire meglio cosa significa.

Secondo lo studio eseguito, che ha visto coinvolti oltre 100mila persone in Europa, la gran parte delle coppie europee deve incontrarsi almeno quattordici volte prima di potersi scambiare le fatidiche parole “ti amo”.

E poco importa se il colpo di fulmine ci sia stato o meno, se la voglia di urlare il proprio amore all’altro/a sia irrefrenabile o se già dopo tre incontri la voglia di sussurrare ti amo superi ogni altro desiderio. Per poter affermare di avere un vero rapporto d’amorosi affetti, sincero e con la A maiuscola, tocca attendere quattordici incontri.

Attenzione però… questo non vuol dire che prima non ci siano baci e sesso. Infatti secondo le risposte alle domande poste dal sito d’incontri, sarebbe emerso che le coppie solitamente si scambiano il primo bacio già dopo due appuntamenti o al più dopo una settimana.

Per quanto riguarda il sesso, invece, i rapporti sessuali si consumano mediamente dopo il quarto appuntamento o, in altri casi, dopo le prime due settimane di frequentazione.

Insomma, sarà pur vero che il ti amo ha bisogno di 14 incontri prima di sbocciare fra le labbra degli innamorati, però le coppiette non si fanno certo mancare i piaceri della carne…

E voi? Che ne pensate?

Categorie
Amore

Amanti d’estate? Le dimensioni sessuali non contano, ecco la ricetta!

L’estate non è solo un periodo di relax, sole, mare e divertimento, ma anche uno dei periodi in cui spesso nascono storie, incontri amorosi e rapporti… di vario tipo!

amante estate sondaggio uomini donneE non è certo un mistero che di tanto in tanto, l’estate, sia anche terreno fertile per qualche tradimento. Proprio su questo tema arriva una curiosa ricerca condotta dal sito web Incontri-ExtraConiugali.com, portale online dedicato al mondo delle scappatelle. La cosa curiosa è che il sondaggio non riguarda la tipologia d’amante preferito dalle donne, se alto, basso, magro, grasso, ecc; bensì riguarda dimensioni dei suoi attributi sessuali.

Ebbene si, avete capito bene. In particolare pare che addirittura il 58% delle intervistate abbia dichiarato che nell’amante non guardano le dimensioni e non sono quelle ad attrarle. Ciò che svilupperebbe l’interesse di noi donne, invece, sarebbero aspetti più legati alla personalità dell’uomo in questione. Quali? È presto detto. Il 29% indica la galanteria come caratteristica fondamentale. Perché? Semplice, perché l’amante deve andare a sostituire l’attuale compagno in tutte quelle attenzioni che nelle coppie (ormai rodate da anni) spesso possono mancare.

Ciò non vuol dire che il saper… come dire… essere bravi a letto, non sia importante. Il 21% delle donne ha valuto molto importante la bravura a letto: una sorta di caratteristica irrinunciabile. Ma attenzione, non si parla di meccanicità, bensì di coinvolgimento, attrazione, passionalità e saper soddisfare ogni più recondito desiderio.

Altra qualità importante, per il 19% delle intervistate, è la sensibilità dell’amante, insieme poi a simpatia e la capacità di far divertire e ridere noi donne.

Che sia un po’ la ricetta dell’uomo perfetto, oltre che dell’ottimo amante estivo? Chissà… e voi amiche? Che ne pensate?

Categorie
Amore

Sesso e stranezze, qual è il Paese più sexy e quali sono le tendenze?

Per chi “mastica” un po’ l’argomento, sa bene che ogni paese ha la proprie caratteristiche anche nell’ambito sessuale. In particolare ci sono alcune pratiche sessuali che sono state adottate, se non addirittura inventate da alcune popolazioni.

sesso abitudini amore coppie paesiNon è nuovo per esempio che alcune città spagnole siano pratiche della Fiesta Goa, o meglio incontri di sesso libero che prendono spunto dagli hippy indiani degli anni ‘60. Nel resto d’ Europa c’è la tendenza ad arricchire il rapporto sessuale con l’aiuto sei sexy toys, giocattoli davvero bizzarri che possono arrivare a prezzi molto alti.

Di tutt’altra pasta sono fatti i marocchini e gli arabi, che portano avanti la tradizione del matrimonio combinato dalle famiglie. Poichè sono popolazioni moto riservate è difficile conoscere le loro stranezze sessuali…Al contrario è per i canadesi, che amano filmarsi mentre compiono atti sessuali. Questa mania ha lo scopo di produrre eccitazione nel momento in cui ci si rivede sullo schermo.

La nazione che si avvicina più precocemente all’erotismo è l’Islanda con una media di 15.6 anni, seguita dalla Germania e dalla Svezia. In Africa e in molte parti dell’Arabia Saudita vige ancora la poligamia come simbolo di forza e potere: lo sposo può scegliere di giorno in giorno con quale donna passare la nottata.

I più mascalzoni sono i giapponesi che prediligono le orge a tal punto da farne un film chiamato 500 person sex. Questa predilezione per il sesso di gruppo però, non colloca i giapponesi tra i primi posti della classifica delle popolazioni più passionali stilata dalla Durex. Infatti, al primo posto ci sono i Greci, che non hanno strane tendenze masochiste, semplicemente in media consumano un rapporto a settimana.

Davvero strana è la passione che ci mettono gli americani nel travestirsi da animali per sentirsi più appagati, mentre gli australiani adorano farlo all’aria aperta!

E noi italiani, secondo voi, come siamo?

Categorie
Amore

Vacanze 2012: amori estivi o solo voglia di relax sulla spiaggia?

E ci risiamo, ancora una volta l’estate è alle porte: fatte le dovute diete in preparazione della prova costume (ancora in corso per chi vi scrive) e tornate alle prese con esercizi, corsette e alimentazione più che perfetta (verdure, frutta, pesce, cereali, ecc) eccoci giunte alla fatidica domanda.

mare amore estivo vacanze Ovviamente mi rivolgo a chi come la sottoscritta è single e non a chi passerà le sue vacanze con il suo lui (dovrei dire beate voi? …chissà ;-)). Bene, ad ogni modo, come dicevo, arriva il momento di chiedersi cosa vogliamo da queste vacanze 2012. Cosa vediamo alle porte? Una stagione amorosa o una vacanza in pieno stile relax?

E si, lo so… lo so… all’amore non si comanda, tutto può accadere, quando meno ce lo aspettiamo può arrivare il principe azzurro… balle! Si, perchè se è vero che esiste la fortuna, se veramente abbiamo intenzione di sedurre il bagnino di turno, allora madama fortuna va aiutata. Anche perchè, e correggetemi se sbaglio, ultimamente i maschietti sembra che l’intraprendenza se la siano scordata a casa.

Ma dove sono finiti i conquistadores? Quei ragazzi con la voglia (e con le p…e) di mettersi in gioco e intraprendere un discorso con noi? E che diamine, mica mordiamo no? Quantomeno non sempre 😉 Sembra davvero che siano tutti una massa di bradipi: muscoli in bella mostra e museruola in faccia.

Quindi, se davvero vogliamo passare un’estate all’insegna dell’amore, dovremo armarci di una buona dose di seduzione e pazienza.

Non siete il tipo? Preferite alla pesca sportiva una più calma attività d’attesa? Bene, ma sappiate che correte il rischio di non veder muoversi mai la lenza.

Tutto cambia se invece non ve ne può fregar di meno di trovare un’avventura o un amore estivo. Allora la medaglia si ribalta e avete già vinto in partenza. Si, perchè non dovete per forza essere sempre perfette. Qualche chilo in più? E beh… pazienza. Ceretta non proprio dell’ultimo momento? E allora? Chissene!

La parola d’ordine sarà solo ed esclusivamente relax, magari sulla spiaggia… magari su una spiaggia isolata, quasi deserta… e tanti saluti al mondo intero!

Io voto per la seconda opzione e, in tutta sincerità, vi dico che anche se dovessi cercare l’amore estivo… ahhh… l’amore estivo… i miei 3-4 chiletti in più resterebbero ben li dove sono 😉

E poi, dopo una stagione passata nella follia di una metropoli, voto tutta la vita una spiaggia deserta con un cocktail di frutta fresca e sole… un buon libro… e… ci vediamo a settembre!

Categorie
Amore

La pillola, vecchio anticoncezionale con ancora tanti segreti

Quando sento parlare le donne di pillola anticoncezionale, un pò mi viene da sorridere… “E’ orario di prendere la pillola” oppure “Ho saltato l’ora X, adesso come farò, mi si sballa tutto!”

pillola anticoncezionale amore coppiaEcco alcune delle frasi cosiddette da manuale. Spesso siamo soliti parlare come i medici quando ci prescrivono un farmaco su una ricetta bianca “2 volte al dì per 5 giorni alle ore 8.00 e alle 20.00” e non ci rendiamo conto che se, per una volta assumiamo dei farmaci un’ora dopo ciò che prescritto, non succede assolutamente nulla. Così per la pillola, non occorre agitarsi se si dimentica di prenderla entro le dodici ore in cui si sarebbe dovuto farlo; trascorse più di dodici ore, allora è il caso di preoccuparsi se l’effetto del medicinale sia attendibile.

Altre leggende collegate a questo antico anticoncezionale sono quelle dell’aumento del peso. In passato le prime pillole in commercio creavano una ritenzione di liquidi nel corpo e ciò faceva sembrar le donne più grosse. Ora con il drospirenone (progestinico sintetico) la contraccezione non influisce sul peso. Altro luogo comune a cui si va incontro è che l’anticoncezionale per via orale faccia diventare le donne pelose. In realtà ci sono pillole che curano proprio questo sbalzo ormonale nelle persone che hanno molta peluria. Ovviamente non tutte le pillole sono adatte a questo problema, ce ne sono alcune che invece curano l’alopecia (mancanza di capelli) e la seborrea (acne).

Per quanto riguarda le macchie solari, il contraccettivo orale, può esser una delle cause dell’insorgere del melasma (iperpigmentazione chiara o scura delle zone più esposte al sole), ma l’imprudenza è sempre della donna che non protegge il viso con solari adeguati.

La pillola, inoltre, non compromette la fertilità e, una volta sospesa riporterà il vostro ciclo mestruale alla normalità. Questi vantaggi dell’anticoncezionale, non devono però portare le donne e, soprattutto le giovani ragazze ad abusarne senza il controllo annuale dal ginecologo, il quale in caso di reazioni del vostro organismo ve la sospenderà temporaneamente.