close

Bloch, la storia di una scarpa: dai piedi delle ballerine a quelli delle celebrities

Sapevate che le famose ballerine Bloch hanno un passato da prime “ballerine” dei migliori teatri del mondo?!

bloch ballerineDai piedi di Sarah Lam (Royal ballet), Polina Semionova (Staatsballet), Irina Dvorenvenko (American Ballet Theatre) e Agnes Letestu (Opera di Parigi), famosi ballerini di tutto il mondo, ora le Bloch si sono trasformate nel must delle celebrities americane.

La nascita del marchio risale al 1932, quando Jacob Bloch fondò la sua piccola fabbrica per calzature tecniche da ballo a Sidney dopo essere emigrato dalla Lituania. A quei tempi le scarpe erano tutte prodotte a mano e si dice che il primo paio sia stato fatto su misura per un ballerino che soffriva di dolore ai piedi mentre danzava. Le richieste poi, divennero numerose, data la comodità della scarpa e il passaparola che si scambiavano i professionisti. Nel suo lavoro, il calzolaio dell’Est Europa, ci metteva passione e conoscenza tecnica, dato il suo interesse per la danza fin da quando era bambino. Mai, però, avrebbe immaginato che le sue calzature sarebbero state richieste per linee casual.

Dopo 75 anni, motore di tutto questo successo è proprio l’artigianalità con cui ancora i dettagli della scarpa sono curati e la comodità della suola, caratteristica difficilmente apprezzabile in una calzatura. Bloch oltre alla linea classica femminile, maschile e baby, ha una sezione di sandali meravigliosa curata dalla stilista australiana Jozette Hazzourri, che al sol vederli vien voglia di comprarli. Peccato che in Italia non siano commercializzati come all’estero.

Per ammirare le creazioni di Jozette: www.jozettehazzouri.com

Tag:, , , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi