close

Berlusconi attacca Monti e se ne infischia dello spread e delle borse

Silvio Berlusconi torna ad imperare sulla scena politica nazionale, per il Presidente del PDL è già campagna elettorale aperta e gli slogan, il piglio e il populismo sono quelli degli anni d’oro. Così, questa mattina ecco le prime staffilate che “aprono le ostilità” delle elezioni politiche 2013, l’ex premier in una trasmissione radio ne ha per tutti; comincia dicendo che se ne infischia dello spread che il suo Governo e l’Italia sono state e sono tuttora vittime di un complotto internazionale e chiude con una staffilata diretta a Mario Monti, attuale Presidente del Consiglio dimissionario, dicendo che con lui l’economia del Paese è soltanto peggiorata.

Dunque, dopo essersi definito il Conducător dell’Italia, espressione della lingua rumena traducibile in guida o usando un termine più conosciuto in Italia: Duce. Berlusconi però forse dimentica, che l’ultimo Conducător è stato Nicolae Ceaușescu, il Presidente deposto nel 1989 dopo una rivolta di popolo, lo stesso anno in cui fu deposto venne processato con le accuse di crimini contro lo stato, genocidio e “distruzione dell’economia nazionale”, insomma non ha di certo scelto un bell’esempio per se stesso e per l’Italia. Berlusconi punta ad attaccare tutto e tutti, facendo ripiombare il Paese nell’unico bipolarismo mai esistito quello tra Berlusconismo e Anti-Berlusconismo. Speriamo gli italiani in questo periodo difficile non cedano al populismo e il Paese abbia sviluppato gli anticorpi giusti per una campagna elettorale equilibrata e senza favole.

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page