close

Berlusconi all’angolo lancia Mario Monti come competitor di Bersani

Sarebbe un’ottima trama per uno spettacolo teatrale quello che il centrodestra sta mettendo in atto, infatti dopo aver ritirato la fiducia al Governo presieduto da Mario Monti, il Cavaliere incalzato dai giornalisti durante la presentazione del libro di Bruno Vespa tra una dichiarazione e l’altra ha lanciato l’ennesimo “amo” elettorale: “Sono pronto ad un passo indietro se Mario Monti si candida a leader dei moderati”. Ma come due giorni prima il suo partito fa cadere il Governo dei tecnici e dopo Monti diventa un leader politico cui “inchinarsi” e da supportare con il proprio partito.

Bene, i leader europei del PPE non si sono lasciati sfuggire l’occasione di mettere alle strette Silvio Berlusconi e con in testa Angela Merkel, la cencelliera tedesca che apprezza moltissimo il lavoro e la politica di Monti, hanno fatto ben intendere che un suo passo indietro è obbligato e che nell’interesse dell’Europa il centrodestra si deve coagulare attorno alla personalità di Mario Monti e di molti suoi tecnici, da Passera a Riccardi, quest’ultimo già opzionato da Montezemolo e dai centristi.

Insomma, contro la sinistra delle Primarie e di Pierluigi Bersani un centrodestra compatto, che cancella Berlusconi, e punta tutto su Monti e i suoi tecnici, per un nuovo Governo “rigorista” legittimato dalla volontà popolare e molto gradito all’Europa. Vedremo dai sondaggi come reagiranno gli italiani a questa nuova posizione dei berlusconiani, e al nuovo assetto che il centrodestra avrebbe con Monti, un’opzione supportata con forza da gran parte dei leader europei.

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page