close

Benetton punta sui giovani disoccupati

La Benetton presenta la nuova campagna di comunicazione globale: Unemployee of the year  (Il disoccupato dell’anno) a supporto dei giovani non occupati.

Il presidente del gruppo veneto, Alessandro Benetton, spiega che la campagna è il riflesso realistico della società di oggi e che affronta attivamente un problema attuale, quello della non occupazione giovanile e del potenziale conflitto tra generazioni. “Non possiamo cambiare il mondo, ma United Colors of Benetton vuole usare la propria voce per farsio portabandiera dei giovani, celebrarne la forza e il valore”.

Unemployee of the year  nasce dal progetto della fonndazione Unhate; vi ricordate di quelle foto in cui massimi esponenti dello stato ma anche religiosi, si baciavano? Ecco, dopo i baci appassionati e taroccati fra i potenti, l’azienda trevigiana punta sul sociale e lo fa lanciando una sorta di concorso di idee riservato appunto ai giovaniNEET (acronimo per Not in Education, Employment or Training) anche detti (in Italia) “fannulloni”, “sfigati” o “nullafacenti”.

Ma state a sentire carissimi colleghi! Qui arriva il punto forte: sul sito della Fondazione Unhate  si potrà postare un progetto innovativo che abbia una significativa ricaduta sociale sul territorio. I migliori 100 verranno sostenuti da Benetton, la quale darà una concreta opportunità di successo ad altrettanti giovani che, pur dotati di buone idee, non riescono a trovare i canali giusti per realizzarli.

 

Tag:, , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page