close

Bafta 2013: ecco i nomi di tutti i vincitori

Si è tenuta la scorsa domenica sera, a Londra, la cerimonia di assegnazione dei Bafta 2013: l’ultimo grande appuntamento per il grande cinema nella season award prima della dorata notte degli Oscar del 24 febbraio.

I premi del cinema britannico hanno più o meno confermato quello che i bookmakers avevano dato per certo, con qualche piccola sorpresa e qualche eccezione che non ha mancato di ravvivare la serata. Ma partiamo dal trionfo assoluto di Ben Affleck che con Argo ha portato ancora a casa la doppietta ambita che premia il miglior film e la migliore regia.

Il giovane attore, regista, sceneggiatore e produttore di Boston non può che essere felice pensando ora come ora al giorno in cui accettò di raccontare per il cinema l’eroica storia di Tony Mendes. Il buon Ben però ha diviso il palco dei premiati con molte persone, e tre di questi sono ormai compagni abituali di questa stagione: sono Daniel Day-Lewis, Anne Hathaway e Christoph Waltz.

I tre attori si sono infatti portati a casa il premio per la migliore interpretazione, così come avevano fatto, per le rispettiva categorie (miglior attore protagonista e migliori non protagonisti), in quasi tutti gli altri premi assegnati fino ad ora. Se è chiaro che Anne Hathaway con la sua struggente Fantine completerà la sua corsa perfetta il 24 febbraio stringendo (quasi sicuramente l’Oscar in mano), anche Day-Lewis e Waltz potrebbero dire la loro, se non fosse che agli Oscar nulla è come può sembrare, e soprattutto quasi mai viene premiato il più meritevole in assoluto (con le dovute eccezione).

Grande sorpresa invece è stata la vittoria bafta 2013di Emmanuelle Riva per la categoria migliore attrice: l’arzilla 86 ha strappato la maschera di bronzo dalle mani, che già si sfregavano, di Jennifer Lawrence, favorita assoluta, e della pur meritevole Jessica Chastain, che a questo punto mira all’Oscar. Tutte e tre queste attrici si ritroveranno al Dolby Theatre e chissà che il verdetto, a sorpresa, si possa rivelare lo stesso.

Grande felicità anche per Skyfall, l’ultimo film su 007 che ne celebra i 50 anni e che è stato diretto dal premio Oscar Sam Mendes. Il film è stato incoronato miglior film britannico dell’anno, con buona pace di Tom Hooper e del suo Les Misérables, che pur avendo stregato anima e corpo degli spettatori di tutto il mondo, ha portato a casa, oltre al premio alla Hathaway, solo premi tecnici equamente divisi anche con l’Anna Karenina di Joe Wright, e Vita di Pi del regista asiatico Ang Lee.

A dividersi i premi per la sceneggiatura i due film che forse di più hanno infiammato i cuori degli americani che hanno fatto la fila per vederli entrambi al cinema: per la categoria migliore sceneggiatura originale ha vinto infatti Quentin Tarantino per il suo Django Unchained, mentre Il Lato Positivo – Silver Lining Playbook ha vinto per la migliore sceneggiatura non originale, premio andato a David O. Russell, anche regista del film.

Per quanto riguarda invece la categoria miglior film d’animazione, che anno dopo anno assume una consistenza sempre più solida anche agli occhi della critica snob, il premio è andato anche per i Bafta a Ribelle – The Brave, l’ultimo capolavoro della premiata dita Disney e Pixar.

 

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page