close

Apple, iPhone 5 e la fabbrica dei suicidi

Se per fare l’albero ci vuole il seme,  per fare l’iPhone 5 occorrono 20.000 lavoratori cinesi, chiusi in una fabbrica tutto il giorno (e intendo realmente 24 ore), e in condizioni pietose. La Apple, infatti, produce alcune parti nel nuovo iPhone 5 in fabbriche asiatiche; una di queste è la Foxconn, diventata famosa a causa dei suicidi avvenuti al suo interno.

La protesta arriva da Pechino, dove più di 2.000 dipendenti hanno manifestato contro la fabbrica, conosciuta anche come “l’azienda dei suicidi”. I lavoratori stessi si stanno ribellando alle condizioni disumane in cui vivono e alle pressioni psicologiche a cui sono sottoposti quotidianamente, portando addirittura lo stabilimento a chiudere la scorsa notte a causa degli scontri.

I “pezzi grossi”  della Apple conoscono benissimo il funzionamento delle fabbriche asiatiche, e non per nulla hanno deciso di produrre alcune parti dell’ iPhone in Cina per poi assemblarlo negli Stati Uniti; il costo della mano d’opera in Asia è infatti  bassissimo, e come ben si sa si deve pur scendere a compromessi se si vuole far successo.

Già da tempo il New York Times aveva denunciato la Apple facendo partire una campagna di sensibilizzazione con lo slogan “don’t be evil” (non siate cattivi/diabolici), perché è inaccettabile che un marchio così importante sfrutti migliaia di persone solo perché è economicamente più conveniente.

Intanto le liste per accaparrarsi il nuovo telefonino sono strapiene … e alla fine si dimenticherà tutto. L’importante è avere un bell’ iPhone 5 (magari anche bianco se possibile), sotto l’albero di Natale.

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi