close

Amanda Knox: Waiting to be Heard. In un libro le memorie di un delitto irrisolto

Dopo il film “Amanda Knox” arriva anche un libro, questa volta scritto dalla diretta interessata, la giovane Amanda, accusata e successivamente assolta per il delitto di Meredith Kercher avvenuto nel 2007 a Perugia.

“Waiting to be heard” (che tradotto significa In attesa di essere ascoltata) è il titolo del libro che sarà pubblicato negli USA dalla casa editrice Harper Collins il prossimo 30 aprile e dal valore stimato di 4 milioni di dollari.

Il libro nasce dalle riflessioni e dai pensieri della giovane venticinquenne, che dopo aver trascorso quattro anni nel carcere di Perugia è ritornata a Seattle e ha deciso di mettere nero su bianco la sua versione dei fatti.

Il caso del delitto di Perugia, purtroppo, è uno dei tanti casi irrisolti italiani, e che ancora oggi continua a coinvolgere l’opinione pubblica americana, inglese e italiana; non solo per il fatto che la morte della povera Meredith non ha ancora trovato giustizia, ma soprattutto in relazione al modo in cui i principali indagati, ovvero Amanda Knox e l’ex-fidanzato Raffaele Sollecito, continuano a vivere la loro Amanda Knox Awaits in attesa del verdettovita come se non fosse successo nulla.

Perché mai una ragazza assolta dall’accusa di omicidio di primo grado, desidera ancora speculare su un evento così efferato? E’ la domanda che si pongono in tanti. Ma forse è solo il modo attraverso il quale Amanda cerca di riscattare la sua immagine.

Fin dall’inizio di questa tremenda vicenda, infatti,  i media hanno affibbiato alla Knox i nomignoli più disparati, come “foxy knoxy”, che la etichettavano come la ragazza fredda e dallo sguardo furbo.

Fatto sta che il libro uscirà negli Stati Uniti cinque giorni dopo l’udienza del ricorso presentato dalla procura contro l’assoluzione della Knox per l’omicidio di Meredith Kercher, fissata dal tribunale italiano per il prossimo 25 marzo.

Il caso, quindi, è tutt’altro che chiuso e i genitori di Meredith, come tanti altri, aspettano che venga fatta chiarezza sul tragico delitto di Perugia.

Tag:, , , ,

Show 3 Comments

3 Comments

  • avatar image
    Patrizia Parrotta
    4 dicembre 2012 Reply

    Quattro milioni di dollari il suo compenso!!!! No comment

  • avatar image
    Roberta Miletta
    4 dicembre 2012 Reply

    Noooo comment

  • avatar image
    Raffaella Galati
    4 dicembre 2012 Reply

    Perché non commettiamo anche noi un omicidio? Tanto il posto dove nascondere il cadavere c'è già!

Partecipa alla discussione

Story Page