close

Allarme “Sexting”! Gli adolescenti fanno sesso online

Non posso resistere dal pensare alla colonna sonora del film “Il tempo delle mele” e la scena simbolo degli adolescenti degli anni ’80, quando Mathieu mette le cuffie del walkman a Vic, per farle ascoltare il ritornello che recita “Dreams are my reality”.  Bè quei tempi sono più che andati!

Una volta le camere degli adolescenti erano i luoghi dove si giocava con le barbie o al Nintendo. Oggi sono il nido di ragazze ammiccanti e giovani porno dipendenti. D’altro canto è difficile controllare tutti i contenuti dei siti a cui hanno accesso gli adolescenti. E il web si sa, non manca di nulla: siti hard, chat erotiche, video e immagini porno.

Altro che tempo delle mele!

Secondo il Sindacato medici pediatri di famiglia (Simpef), l’allarme sexting colpisce  il 74% degli adolescenti maschi e il 37% delle femmine, che ricorrono al web per fare le prime esperienze sessuali e trovare un partner.

Il problema del sexting sta nella facilità di accesso anche da parte di bambini, che possono rimanere turbati ed eccitati, nonché soggetti ad un’educazione al sesso “deviata”. Inoltre, la continua esposizione a siti porno, rende i ragazzini, dipendenti dalla pornografia.

I genitori sono invitati a non sottovalutare il problema e controllare di più quello che i figli fanno su internet. Come?

Attraverso programmi capaci di rintracciare tutte le pagine che vengono visitate e bloccare i contenuti meno adatti: si chiamano Parental control e sono dei filtri attivabili sul computer di casa, che tutelano i ragazzini dai siti con contenuti “negativi”.

Quindi più controllo e soprattutto, un po più di romanticismo!

Tag:, , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page