close

Alfano (PDL) apre la crisi: il Governo Monti è finito

Angelino Alfano, segretario del PDL di Silvio Berlusconi, mette una pietra tombale sul Governo Monti, uscendo dall’incontro con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l’esponente del PDL ha laconicamente dichiarato: “Consideriamo conclusa l’esperienza di questo governo. Questo non ha nulla a che fare con la persona di Monti, con il suo servire le Istituzioni e con la sua lealtà verso le forze politiche e con noi in particolare”. Insomma, lasciano l’Italia nel baratro pur di perpetrare i loro sporchi giochini, così che la speculazione finanziaria e qualche potente ci possano mangiare in un sol boccone.

A meno di sorprese dell’ultim’ora, che però potrebbero concretamente esserci a sentire i ben informati, che gravitano attorno ai palazzi del potere di Roma; visto che Crosetto e molti altri esponenti del PDL non condividono la scelta di staccare la spina a questo Governo, lasciando il Paese appeso ad un filo in un momento estremamente delicato, e si vocifera potrebbero creare un gruppo parlamentare ex-novo, che però con quei numeri risicati riuscirebbe a garantire la maggioranza sia alla Camera dei Deputati che al Senato dell’attuale Governo dei tecnici.

Adesso le trattative per capire cosa succederà si fanno febbrili, soprattutto per dare un’immagine di solidità e di Stato alla comunità internazionale. Napolitano dopo Alfano e la delegazione del PDL, sta parlando in queste ore con il Presidente del Senato Schifani, mentre nel pomeriggio riceverà il Presidente della Camera Fini, e poi il segretario del Partito Democratico Bersani e il leader del Terzo Polo Casini, per cercare di trovare una quadra che non mandi il Paese a scatafascio. Lato opposizione, leggasi Lega Nord, invece c’è un Maroni che gongola ed è pronto ad aprire ad un’alleanza con il PDL se davvero staccherà la spina al Governo, vedremo nelle prossime ore se la bramosia di pochi vincerà sul senso dello Stato, di cui tutti i nostri Parlamentari dovrebbero essere bene “forniti”.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi