close

Addio a Lou Reed: è polemica fra Emanuele Filiberto e il collettivo Wu Ming Foundation

Nel panorama musicale internazionale una stella che ha fatto la storia del rock mondiale è venuto mancare da poche ore: stiamo parlando di Lou Reed. Già vi abbiamo dato notizia della sua morte, ma quello a cui stiamo assistendo in queste ore è un vero e proprio scontro fra fan più radicali del cantautore americano e chi ha deciso di costellare il Web e i social network di messaggi di cordoglio che lasciano davvero il tempo che trovano.

E fra i vari: “ci mancherai”, “addio Lou” e varie, ecco arrivare anche il commento inatteso di un personaggio dello spettacolo, Emanuele Filiberto.

Il suo messaggio di addio a Lou Reed arriva dal mondo dei social network e in particolar modo da Twitter. Dal suo account ufficiale Emanuele Filiberto scrive:

Noooo Lou Reed no! Sembravi immortale, come la tua musica! Ciao compagno d’una vita!

E da qui… via tweet a catinelle. Di che parliamo? Dello scontro reednato proprio a seguito di questo messaggio fra Emanuele Filiberto e il collettivo di scrittori Wu Ming Foundation. Sono stati propri i membri del collettivo a rispondere di primo impatto e a tono al suo tweet, scrivendo:

@efsavoia Pensa che noi l’abbiamo sempre istintivamente associato a Gaetano Bresci, Giovanni Passannante, quella gente lì.

Inutile dire la polemica che si è innescata su Twitter, con da una parte il collettivo che spiegava a Emanuele Filiberto le idee di Lou Reed e dall’altra “il principe” impegnato a difendersi dagli attacchi.

Per chi volesse capirne di più, vi rimandiamo al profilo Twitter di Emanuele Filiberto.

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page