close

Addio a Joseph Murray il pioniere dei trapianti

L’unica cosa veramente impossibile al giorno d’oggi, riguardo ai trapianti, è la possibilità di riceverne effettivamente uno a causa delle lunghissime liste d’attesa.

Ma una lunga lista d’attesa è pur sempre una speranza in più rispetto alla certezza di una malattia che avrebbe condotto, altrimenti, alla morte sicura. Ebbene si è spento lunedì scorso, a Boston, il pioniere di questa moderna tecnica che ha salvato e allungato la vita a milioni di persone nel corso degli ultimi 59 anni.

Il dottor Joseph Murray aveva 93 anni ed è stato ricoverato al Brigham and Women’s Hospital di Boston in seguito ad un infarto che lo ha colpito giovedì scorso, stando a quanto riporta il Boston Globe. Il dottore ha quindi esalato l’ultimo respiro proprio nello stesso ospedale che, il 23 dicembre 1954, ha visto il suo primissimo trapianto sperimentale su Ronald e Richard Herrick, due gemelli identici che si sono “restati” un rene e si sono sottoposti ad un esperimento scientifico epocale.

L’operazione ha fruttato il Premio Nobel Addio Joseph Murray dottore trapiantial medico, oltre ad aprire tantissimi nuovi orizzonti per la cura di malattie circoscritte agli organi, come i problemi al cuore, al fegato e ai reni.

La passione di Murray per la medicina e i trapianti si sviluppò già durante la Seconda Guerra Mondiale, durante la quale lavorò nell’ospedale militare della Pennsylvania.

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi