close

A Udine una mostra dedicata a Robert Capa, nel centenario della nascita

Si intitola “Robert Capa – La realtà di fronte” ed è la nuova mostra tematica, dedicata appunto al grande fotografo Capa, a Villa Manin a Passariano di Codroipo (Udine) dal 20 ottobre fino al 19 gennaio 2014. L’esposizione, organizzata per commemorare il centenario dalla nascita, è stata curata da Marco Muniz in collaborazione con Magnum Photos di Parigi e con l’International Center di New York.

Trai più grandi fotografi e reporter del Ventesimo secolo, Capa ha rivoluzionato completamente l’arte e la missione di fare informazione attraverso la macchina fotografica, regalandoci alcuni degli scatti che hanno fatto storia. Il percorso della mostra si snoda attraverso incontri, filmati e 180 fotografie (un misto di pezzi celebri, materiale inedito e fotografie semisconosciute).

Al secolo André Friedmann, Robert Capa nasce nel 1913 a Budapest, secondogenito di una famiglia borghese di ebrei assimilati, non osservanti. Dopo un’infanzia trascorsa in un ambiente colto, tra un padre poliglotta ed una madre responsabile di una casa di moda, il 18enne André si trasferisce a Berlino, dove comincia a robert capa mostrafotografare. Da Berlino, dove incontra Gerda Taro, decide di andare in Spagna con lei a documentare la guerra civile, e qui, tra le violente repressioni franchiste nasce Robert Capa.

Il fotografo mostra da subito una sensibilità, anche nella documentazione cruda delle più grandi atrocità umane, fuori dal comune, caratteristica che insieme al suo lucido sguardo sul reale e sulle necessità gli valgono il prestigio e il riconoscimento unanime di grandezza. Poi vola in Cile, e ancora in Spagna, dove Gerda muore, e continua negli Stati Uniti e poi ancora è presente in Normandia.

Ma dopo la Seconda Guerra Mondiale il suo percorso cambia, scopre il cinema, il racconto in sequenza e Ingrid Bergman, della quale si innamora. Con Cartier – Bresson fonda l’agenzia Magnum, e poi di nuovo vola in Giappone, nei primi anni ’50, dove muore su una mina.

 

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi