close

A Milano la mostra di Rodin a Palazzo Reale

Rodin come Michelangelo. A Milano, a Palazzo Reale dal 17 ottobre al 26 gennaio 2014, sarà infatti ospitata una mostra dello scultore francese, che non a caso nel capoluogo lombardo si trova particolarmente a suo agio. Perché? Ma proprio perché nella stessa città, nel Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco, si può ammirare la meravigliosa Pietà Rondanini di Michelangelo, il simbolo dell’incompiuto, scultura alla quale lo scultore lavorò, si dice, fino a tre giorni prima dalla sua morte.

E il non finito, l’incompiuto, è diventato uno degli stilemi cari proprio allo scultore francese, che più di 300 anni più tardi ha lavorato in Europa. Proprio per questo collegamento, questo ponte artistico che mette in comunicazione il Buonarroti con Auguste Rodin, nelle date della mostra dello scultore francese, sarà possibile acquistare un biglietto ridotto che mette in comunicazione entrambe le opere ed entrambi i luoghi di esposizione. Di fronte alla Pietà, al Castello, c’è anche la maschera di bronzo che raffigura il volto di Michelangelo, opera alla quale Rodin si è ispirato per la sua opera duomo milano paracadutegiovanile, “L’uomo dal naso rotto”. Ancora un riferimento, ancora un legame.

La mostra di Rodin conterà la più completa e vasta rassegna mai allestita di scultura francese, ci saranno 62 opere per testimoniare il percorso artistico e l’evoluzione di Rodin nell’arco di oltre 40 anni. Percorreremo così la via di Rodin dagli inizi, con le sculture a stampo classico, fino ad arrivare all’ultimo e più maturo periodo che ci accompagna nel XX secolo.

Così come la poetica scultorea del suo antesignano dettava, anche Rodin estrae le figure dal marmo, ma mentre Michelangelo puntava alla liberazione dei volumi dalla materia superflua, a Rodin bastava trovarli e mostrarli, immortalandoli per sempre nella loro spinta materica verso la liberazione.

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi