close

300 donne a seno nudo contro la chiusura del Valdese di Torino

Sono più di 300 le donne che hanno deciso di aderire all’iniziativa Mettiamoci le tette, l’ennesima iniziativa contro la chiusura della Senologia dell’ospedale Valdese di Torino.

Centinaia di donne sono scese in strada e, dietro una tenda nera allestita davanti all’ospedale in via Silvio Pellico, hanno messo a nudo parte del loro corpo per prestarsi a degli scatti che saranno mostrati, tramite una proiezione, durante una manifestazione che si terrà l’1 dicembre.

La Senologia del Valdese, che rischia la soppressione a causa del drastico ridimensionamento previsto dal piano sanitario regionale, è un’eccellenza italiana, che conta ogni anno circa 600 operazioni di tumore al seno. Sono, attualmente, intorno alle 700 le donne in cura nell’ospedale, che, a partire dal 2 gennaio, sarà svuotato di ben il 70%.

mettiamoci le tetteCarla Diamanti, giornalista ma, soprattutto, paziente del Valdese, nel sostenere questa lotta ha affermato: “Non è solo questione di bravura e sensibilità dei medici, di quantità di interventi e di tempi brevi. È la rete che c’è all’interno di quest’ospedale che non ho mai trovato altrove: qui, in ogni reparto, conoscono ogni caso. Sei seguita in tutto, non ti senti mai sola”.

A parlare sono anche il primario della Senologia, Roberto Dosio, e il medico Mauro Drogo, i quali, oltre a ritenere ingiusta la chiusura dell’ospedale dopo i 10 milioni di euro spesi per la sua ristrutturazione, si chiedono se le altre strutture saranno in grado di assorbire le 700 pazienti attualmente in cura.

Oltre all’iniziativa Mettiamoci le tette, è stata organizzata anche una petizione, che ha già raggiunto oltre 8 mila firme.

 

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi