close

Il genio è donna: 23enne italiana inventa il frigo senza corrente

Bella, intelligente e geniale. Stiamo parlando della giovane livornese Caterina Falleni, che ha vinto una borsa di studio presso il centro di ricerca NASA, dove potrà sviluppare il suo progetto chiamato Freijis.  

Si tratta di un frigorifero che funziona senza corrente, nato in seguito agli studi di quattro anni presso l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche a Firenze.

L’idea, però, è nata in Africa studiando alcune strutture fatte con materiali porosi (fango e terracotta) e che utilizzano il processo chiamato evaporing cooling, procedimento analogo a quello utilizzato dal nostro corpo per abbassare la temperatura corporea attraverso la sudorazione.

In seguito alla presentazione del progetto, Caterina ha trascorso la sua estate in California in compagnia di alcuni ricercatori provenienti da tutto il mondo: “A Livorno, prima di partire avevo provato a bussare alle porte della Provincia, della Regione, per cercare di coinvolgerli in quest’avventura americana, ma ho trovato enormi difficoltà, tanta diffidenza e poca trasparenza – commenta Caterina – In California ho cenato con i fondatori di Google Earth e improvvisato con loro sedute di brainstorming davanti ad una bistecca con ai piedi un paio di infradito. E’ incredibile come, in poco tempo, riesci a parlare con tante persone che possono dare seguito ai tuoi progetti e senza nessuna fatica. Sarà perché spesso gli interlocutori sono ragazzi che non si fanno problemi a parlare di lavoro con una persona qualsiasi senza sapere da dove venga o cosa faccia”.

Eppure, anche quando conferma di tornare negli States per realizzare i suoi progetti, lo dice con un pò di tristezza. “Il mio Paese – ha dichiarato Caterina – è e sarà sempre l’Italia. Il livello di cultura e di storia che si respira in ogni vicolo, città, villaggio è incomparabile così come le persone che incontri, hanno un approccio profondamente umano. Ma quando si tratta di lavorare è un’altra cosa”.

Tag:, ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi