Categorie
Costume & Società

Netflix: dal 22 ottobre in Italia. Ecco il trailer ufficiale

Adesso è ufficiale: il 22 ottobre Netflix arriverà anche in Italia.
Si tratta di un debutto molto atteso, visto il grande successo che la televisione americana online ha avuto negli Stati Uniti, con serie tv di punta come House of Cards e Marco Polo.
In Italia, però, la celebre serie interpretata da Kevin Spacey non sarà disponibile in quanto esclusiva assoluta della piattaforma pay-tv Sky.

Ci saranno, però, altri contenuti interessanti, a cominciare dalla serie Marco Polo, senza trascurare Marvel’s Daredevil, la produzione incentrata sul personaggio netflix italiadei fumetti Marvel Comics, e Narcos la serie su Pablo Escobar, il più celebre narcotrafficante della storia.
Netflix ha deciso di presentare i programmi offerti con un trailer coinvolgente, all’interno del quale compaiono tutti i personaggi più importanti dei contenuti proposti con un claim finale d’impatto: “Non sarà più la solita storia”.
L’intento della televisione americana, infatti, è di rivoluzionare la produzione televisiva dirottandola totalmente sullo streaming e sull’online.
Il futuro del mondo televisivo sembra essere questo, anche se non tutti i Paesi sono pronti ad una rivoluzione culturale e tecnologica di tale portata.
Per poter vedere i contenuti Netflix è necessario, infatti, possedere una connessione a banda larga, cosa che pochi cittadini italiani possono vantarsi di avere, se consideriamo l’arretratezza delle infrastrutture italiane in materia di connettività veloce.
Ecco perché il successo di Netflix nel nostro paese è tutt’altro che assicurato, anche se i “divoratori” di serie tv già gongolano al pensiero di poter accedere ai contenuti di uno dei colossi nascenti della produzione televisiva americana.

Categorie
Costume & Società

Il Volo: accuse da un albergatore e confronto su Twitter con Selvaggia Lucarelli

Accuse pesanti per il gruppo Il Volo. Il gestore dell’hotel di Garni du Lac, nei pressi di Locarno, ha accusato i tre componenti del gruppo di avere devastato la stanza d’albergo nella quale hanno alloggiato in seguito ad un’intervista rilasciata all’emittente televisiva tedesca ZDF.
Secondo il raccolto dell’albergatore, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble avrebbero messo a soqquadro la camera lasciando sparsi per la stanza oggetti e materassi, oltre addirittura ad avere imbrattato di feci le pareti.

Una versione, questa, che qualora venisse confermata sarebbe davvero pesante in termini di danni d’immagine per Il Volo. L’addetto stampa del gruppo, Danilo selvaggia lucarelli il voloCiotti, ascoltato da Ticino News ha minimizzato l’accaduto parlando di danni incidentali e di un “episodio spiacevole, frutto probabilmente di malintesi”.
Nel frattempo Gianluca Ginoble, uno dei componenti del gruppo ha avuto un piccolo diverbio con Selvaggia Lucarelli su Twitter. La celebre giornalista e blogger ha commentato la notizia con un tweet pungente ed ironico: “Il Volo che spalma feci sulle pareti??? Manco Johnny Depp ai bei tempi con Kate Moss. Neanche i Prodigy sotto acido!”.
Non si è lasciata attendere la risposta di Ginoble che ha replicato al cinguettìo della Lucarelli scrivendo: “Questa notizia non risponde a verità. Abbiamo già dato mandato al nostro legale! Roba da pazzi! C’è troppa cattiveria in giro”.
La discussione tra i due è proseguita a colpi di tweet sulla figura dei cantanti e dei poeti maledetti, artisti non nuovi a gesti di questo tipo. Una categoria nella quale evidentemente non rientrano “Il Volo”, chiamati però a chiarire nelle sedi legali quanto accaduto.

Categorie
Costume & Società

Papa Francesco: anche gli alberghi della Chiesa devono pagare le tasse

Papa Francesco è intervenuto sul tema delle tasse per il mondo della Chiesa. Da parte del Pontefice è arrivata un’apertura importante all’applicazione delle imposte verso le strutture ecclesiastiche adibite ad alberghi.

Secondo Papa Francesco, se si vuole trasformare un convento in un hotel per guadagnare e mantenere alcune spese, è giusto che vengano pagate le tasse come tutti gli altri esercizi commerciali. In questo caso, infatti, non viene svolta alcun tipo di attività di carattere religioso, ma si tratta di un vero e proprio esercizio gmg Copagabana Papa Francesco annuncia il Vangelo di tutticommerciale a fini di lucro.
La normativa attuale applica delle esenzioni solo per quelle strutture che fanno servizi alberghieri a titolo gratuito oppure ad un prezzo inferiore alla metà di quello della zona.
«Una scuola religiosa non le paga perché il religioso è esente dal pagarle, ma se lavora come hotel, che paghi le tasse, come qualsiasi altra persona. Sennò l’attività non è molto sana» ha commentato Papa Francesco dalle frequenze radiofoniche dell’emittente cattolica portoghese Rádio Renascença.

La questione del pagamento dell’Imu da parte delle strutture appartenenti alla Chiesa cattolica è stata a lungo dibattuta nel nostro Paese, fino a quando il Governo Monti ha deciso di applicare la tassa sugli immobili calcolandola in base alla parte di superficie dedicata ad attività di tipo commerciale.
Ferma, invece, la posizione del Pontefice sulle scuole religiose, nonostante due recenti sentenze della Corte di Cassazione abbiano imposto loro il pagamento degli arretrati Ici ed Imu.
Secondo Papa Francesco, tali istituti svolgono una funzione diversa da quella dei conventi che diventano alberghi, in quanto hanno un carattere prettamente formativo e di assistenza sociale.

Categorie
Gossip

Il look della figlia di Mourinho fa impazzire il web

Josè Mourinho è un personaggio che fa sempre parlare di sé, questa volta, però, ad alimentare la discussione sul web ci ha pensato la figlia Matilde.
In occasione del GQ Men of the Year Awards al London’s Royal Opera House, la figlia dell’allenatore del Chelsea si è presentata con un vestito particolarmente scollato che ha scatenato l’ironia ed i commenti degli utenti di Twitter.

josè mourinho figliaPer una volta le attenzioni dei presenti non sono state rivolte verso lo Special One, abituato ad attirare i media con le sue conferenze stampa al veleno e con i suoi atteggiamenti da uomo dello spettacolo.
Quella che doveva essere, infatti, una cerimonia per premiare Mourinho come uno degli uomini dell’anno per la rivista GQ si è rivelata un’occasione per conoscere l’appena diciottenne figlia dell’ex tecnico dell’Inter.
L’immagine dell’allenatore portoghese con un elegante vestito nero ed un papillon, accanto alle forme prorompenti della figlia è diventata virale. L’hashtag #mourinho è diventato subito di tendenza su Twitter, facendo registrare in poche ore migliaia di interazioni.
Il tecnico di Setubal ha dichiarato che è stata proprio la figlia Matilde a convincerlo ad andare alla cerimonia di premiazione; difficile, però, potesse aspettarsi un simile clamore mediatico.