Categorie
Costume & Società

Katie Holmes invita alla prevenzione per battere il cancro al seno

L’abbiamo conosciuta come la retta e un po’ antipatica Joey Potter, e poi dopo un breve periodo come attrice che cercava di farsi spazio a Hollywood, è diventata la Signora Cruise. Katie Holmes sembra aver però abbandonato decisamente la via del cinema per dedicarsi di più al teatro, e soprattutto dopo il divorzio molto fruttifero da Tom Cruise, l’attrice americana sembra essere rinata, e aver trovato una nuova vocazione: le tavole del palcoscenico, dove  si esibisce ballando e cantando.

Tom Cruise Katie HolmesPer Katie, che vive a New York con la piccola Suri Cruise, avuta dal matrimonio con Tom, questo è un momento di particolare consapevolezza e di volontà di vivere, e di rifarsi una vita dopo il periodo post divorzio non proprio facile e felice. La sua priorità però sembra essere sempre Suri, una delle bambine più viziate tra le baby star, per la felice inconsapevolezza dei genitori. L’ex signorina Potter ha infatti dichiarato che le donne, per costituzione, tendono a mettere se stesse e la propria salute in secondo piano, dedicandosi a tempo pieno a curarsi degli altri. Questo vale anche quando si tratta di far fronte a problemi e malattie serie. Katie infatti è testimonial dell’evento Kohl’s Pink Elephant Campaign a favore della prevenzione e della ricerca per la diagnosi precoce del cancro al seno. Questo modo di fare, che le apparteneva, è completamente cambiato con la maternità e con l’arrivo della pargoletta. Infatti Katie ha poi continuato sulle pagine di People Magazine: “Diventare un genitore mi ha fatto diventare molto più attenta alla mia salute. Voglio restare qui per molto tempo, per essere accanto a mia figlia”, proseguendo spiegando che è giusto che tutte le donne facciano controlli e mettano al sicuro la loro salute soprattutto con la diagnosi precoce.

Categorie
Miley Cyrus

Miley Cyrus: meglio soffocare che lavorare per la Disney

“Preferirei piuttosto soffocarmi con la mia stessa lingua” (I would rather choke on my own tongue), è questo il commento della sempre presente Miley Cyrus in merito ad un articolo, apparso su una rivista statunitense che la vuole come prossima interprete di Campanellino in uno spettacolo Disney incentrato sulla figura di Peter Pan.

La cantante non è infatti sembrata contenta della notizia, anche perché a leggere il trafiletto, intitolato “Miley: chiamatemi Campanellino”, sembra che sia stata proprio lei a proporsi come interprete per la fatina dispettosa di Peter Pan. Sicuramente non è bello sentirsi attribuire parole che non si è detto, ma la Cyrus ha sicuramente reagito con una violenza verbale un po’ eccessiva. Che di mezzo ci sia qualche rancore contro la Casa di Topolino? Eppure, nonostante gli scandalucci dell’epoca (gli scatti hot a poco più di 16 anni, con successive scuse pubbliche) e lo sviluppo successivo della carriera di Miley, sembra però che la Disney abbia permesso alla Cyrus (all’epoca ancora Hannah Montana) di diventare milionaria ben prima della maggiore età, per cui, a cosa è dovuto questo rancore? Forse semplicemente al rifiuto, per la sua attuale immagine pubblica, di vedersi accostata di nuovo ad un prodotto principalmente per bambini come un musical per teatro su Peter Pan. Peccato però, perché con le sue belle gambe, la sua energia e i suoi capelli biondo platino, sarebbe stata proprio adatta per interpretare la fatina gelosa e dispettosa dell’Isola che non c’è!

Categorie
Curiosità

La metropolitana musicale di New York: il sogno di James Murphy

Era il frontman degli LCD Soundsystem, ma ora James Murphy vive con una sola ossessione: trasformare la cacofonia di bip dei tornelli della metropolitana di New York in una melodia gradevole. Sono 15 anni infatti che Murphy ha n mente un progetto che possa trasformare il numero titanico dei bip che ogni giorno emettono i tornelli al passaggio delle carte, dei biglietti e degli abbonamenti. Il suo progetto è semplice, economico e sicuramente mirato a rendere più gradevole la vita dei viaggiatori della città che non dorme mai. Per Murphy basterebbero tre suoni diversi, più gradevoli del bip attuale ovviamente, che possano indicare quando i passeggeri possono entrare, quando devono ripassare la carta e quando il loro credito è insufficiente.

MTA_NewYorkIl sogno di James Murphy sembra adesso molto più tangibile di molti anni fa, dal momento che il Sindaco di New York ha espresso un suo parere favorevole all’idea ma soprattutto dal momento che la Metropolitan Transportation Authority – l’ente che gestisce il trasporto pubblico della città – ha stanziato 900.000 dollari all’anno per un progetto che mira a migliorare l’accesso alle banchine dei passeggeri, attraverso lo spostamento dei tornelli. E’ qui che si inserisce il progetto “melodico” di Murphy. Gli apparecchi che riproducono il suono gradevole potranno essere applicati ad ogni tornello proprio durante l’operazione di spostamento, senza ulteriori lavori o spese.

Al momento non c’è ancora un via libera, ma James Murphy ci spera ardentemente, tanto da arrivare a dichiarare: “Se non dovesse succedere mi si spezzerà il cuore”. Intanto esiste un sito dove è possibile passare e firmare la petizione a sostegno del progetto.

 

Categorie
Musica & Spettacolo

Broken: Il nuovo singolo autobiografico di Justin Bieber

Justin Bieber ha finalmente deciso di rispondere con la musica a questo periodaccio che sta affrontando, e che sta ledendo abbastanza seriamente la sua immagine pubblica.

Dopo l’arresto per guida in stato di ebbrezza, l’aggressione subita nello Starbucks da parte di un giocatore dell’NBA, l’aggressione da lui perpetrata ai danni dell’autista della sua limousine, la petizione per revocargli la green card, il cantante pop, nonostante tutto ancora idolo delle ragazzine e di qualche loro madre, ha deciso di lanciare Broken, il suo nuovo singolo, per il quale ha collaborato con il rapper Blake Kelly. Il brano è stato mandato in onda nel mixtape di DJ Tay James, We Know the DJ Radio 4.

Il titolo è molto eloquente, e il ritornello, che fa “I cannot be broken” lo è ancora di più. Nel testo inoltre si leggono chiari riferimenti alla sua situazione attuale: “Immagino si aspettino una mia reazione […] stanno cercando di distruggermi […] ma io non mi farò spezzare […] non possono prendere ciò che è mio”. Sembra quindi che il giovanotto non voglia assolutamente mollare la presa. Inoltre, cosa forse più interessante, sembra che Bieber abbia abbandonato il pop delle sue precedenti canzonette, per darsi al rap e all’hip-hop, generi forse più vicini al suo stile di vita odierno e magari anche al suo nuovo modo di concepire la vita e la musica. Dopo tutto non ha più 16 anni, e sembra intenzionato a tutti i costi a farcelo sapere.

Intanto però l’opinione pubblica continua a remargli contro. La comunità di Buckland, ad Atlanta, si è rivoltata contro il trasferimento della star in loco, addirittura ha comunicato pubblicamente, su Facebook, la sua contrarietà all’evento: “Come comunità qui a Buckhead, abbiamo lavorato duramente per raggiungere i nostri obiettivi e arrivare dove siamo. Il trasferimento di Justin Bieber ad Atlanta non può che essere un male per i nostri figli, cosi come per la comunità. Non possiamo consentire a un ragazzino di rovinare quello che abbiamo e per cui abbiamo lavorato duro”.

Riuscirà Justin a far fronte a quest’altro duro colpo?

Categorie
Sport

Juventus e polemiche: il rapper toscano Manu PHL minacciato toglie il video

Sono state tante le critiche che hanno seguito il derby Juventus-Torino della scorsa domenica. La partita, lo ricordiamo, è stata decisa da un rigore non dato al Torino che avrebbe pareggiato i conti con il goal di Tevez.

La squadra bianconera è stata quindi tacciata di favoreggiamento arbitrale, scatenando accese polemiche. All’indomani di questa partita, per il valore del derby stesso e per il risultato dubbio, ecco arrivare la polemica. Il rapper toscano di fede granata Manu PHL, al secolo Emanuele Flandoli ha fatto uscire Contro la Juve, una canzone che parte proprio dalla proverbiale preferenza arbitrale per la squadra di calcio, per parlare della situazione del Paese. Nel brano infatti si dice chiaramente: “Mica ti si avvicina la cima se non hai alle spalle un avvocato, un presidente, un bello sponsor”.

Il brano prosegue poi con i contro, uno dei quali presente anche nel titolo: “Contro l’ipocrisia. Contro chi vince imbrogliando. Contro il qualunquismo eletto a valore dominante. Contro l’immobilismo, contro i voltagabbana”. Insomma si capisce subito che “chi vince imbrogliando” non sono solo gli juventini, e che la partita è diventata un pretesto per parlare d’altro, come ogni artista si sente in dovere di fare davanti ad una società in difficoltà. E il calcio passa così in secondo piano, perché infondo, giro di soldi a parte, importa poco chi vince e chi perde, ma che lo spirito di rettitudine vada perso in un vortice di imbroglio, proprio come nella società “civile” in cui tutti i giorni viviamo. Eppure, trai protagonisti dei video di Manu PHL, ci sono anche quei bambini, che ancora vivono il calcio con la magia della passione giovanile, e un po’ di rabbia per quello che c’è intorno, un po’ di più, sale dallo stomaco. La canzone fa parte dell’EP ‘Contro’, distribuito da ‘Made In Etaly’ su etichetta ‘La Grande Onda’ su tutti i digital store. 

Il video è stato rimosso dal rapper che spiega di aver ricevuto minacce e che la canzone prendeva spunto dal mondo del calcio per raccontare la società di oggi. Un’altra pagina buia di polemiche e minacce, che rendono ancora più torbido e poco piacevole il mondo del calcio.

Categorie
Arte e Cultura

A Roma in mostra la pittura e la storia britannica del Settecento.

Il mondo dell’arte inglese viene sempre visto principalmente legato ad un universo letterario e poetico, in realtà la pittura inglese, specie quella del Settecento, è fondativa per gli stili e le correnti artistiche di tutto il continente europeo, e adesso, finalmente a Roma, una bella mostra ci permetterà di osservare, capire e ammirare questi stili e queste tecniche che sono divenuti poi paradigma e sostegno della modernità.

Roma_Museo_MostrePromossa dalla Fondazione Roma e organizzata dalla Fondazione Roma-Arte-Musei la mostra Hogarth, Reynolds, Turner. Pittura inglese verso la modernità sarà ospitata presso il Museo Fondazione Roma, nella sede di Palazzo Sciarra dal 15 aprile al 20 luglio 2014. L’esposizione, curata da Carolina Brook e Valter Curzi, mira ad offrire al pubblico una visione d’insieme dello sviluppo artistico e sociale, che si definì nel XVIII secolo di pari passo con l’egemonia conquistata dalla Gran Bretagna sul piano storico – politico ed economico. L’obbiettivo è infatti quello di mostrare grandi opere artistiche che in parallelo sono nate con il concetto di imperialismo e di estensione di un impero i cui segni sono forti ancora oggi e che hanno caratterizzato la storia moderna così come quella contemporanea.

Le opere raccolte per la mostra sono più di cento pezzi, presi a prestito da celebri istituti quali il British Museum, la Tate Britain Gallery, il Victoria & Albert Museum, la Royal Academy, la National Portrait Gallery, il Museum of London, la Galleria degli Uffizi oltre ad un corpus di opere celebri che proviene al centro di raccolta americano dello Yale Centre for British Art.

Trai celebri pittori e paesaggisti britannici messi in mostra, potremo ammirare Hogarth, Reynolds, Gainsborough, Wright of Derby, Stubbs, Füssli e soprattutto Constable e Turner.

Categorie
Musica & Spettacolo

Laura Pausini fa incetta di premi al Festival di Viña del Mar

Sappiamo tutti che Laura Pausini è particolarmente amata all’estero e soprattutto nei Paesi del Sud America. La cantante, ugola d’oro della nostra musica esportata è stata infatti ospite al Festival di Viña del Mar, una sorta di Festival di Sanremo del Sud America. Durante la manifestazione, nonostante partecipasse come ospite invitata, la Pausini si è portata a casa ben quattro premi, il numero massimo che da regolamento può essere assegnato ad ogni ospite. Laura si è resa splendida protagonista della serata, organizzata in suo onore, all’interno dell’Evento, per celebrare i suoi vent’anni di carriera. La nostra ha stregato il pubblico, con la sua consueta classe, unita alla sua straordinaria voce e alla sua grinta che con gli anni aumenta sempre più.

I premi che Laura Pausini ha conquistato sono stati: Torcia d’Argento, Torcia d’Oro, Gabbiano d’Argento e Gabbiano d’oro. Oltre a stregare il pubblico con la sua energica presenza scenica, Laura ha ovviamente cantato, anche in spagnolo, alcuni dei suoi celebri brani. Soprattutto La Solitudine, canzone che l’ha lanciata al festival di Sanremo nel lontano 1993, tiene ancora banco, nelle diverse versioni poliglotte che negli anni hanno contribuito a far espandere in lungo e in largo la sua notorietà e il suo successo, ma anche il grande amore che il pubblico ha per un’artista carismatica e molto concreta. Un successo grandioso che le ha fruttato dischi e premi a tutti i livelli: un Grammy e tre Latin Grammy, oltre a numerosi premi Lo Nuestro, World Music Award, Premio Juventud, Billboard Award e altri.

Categorie
Musica & Spettacolo

Midnight il nuvoo singolo dei Coldplay VIDEO

A sorpresa è uscito ieri pomeriggio in rete il nuovo video, a brano, dei Coldplay. Si intitola Midnight e sembra portare ad un piccolo cambiamento nelle sonorità del gruppo. Nonostante siano ancora presenti le tracce melodiche tipiche del gruppo di Chris Martin, sembra che per questo brano i Coldplay abbiano preferito sonorità sintetiche oltre ad un video realizzato quasi completamente in negativo, ovvero mostrandoci le immagini come se si trattasse di un negativo fotografico. L’effetto molto suggestivo è comunque funzionale alle atmosfere un po’ sospese del brano e, con il digitale, si rende facilmente con un semplice effetto in post produzione.

I Coldplay mancano dalla scena musicale mondiale con un album da circa tre anni, quando uscì Mylo Xyloto. Con l’eccezione di Atlas, singolo uscito lo scorso anno come brano di chiusura della colonna sonora del film Hunger Games LaRagazza di Fuoco, questo singolo è il primo brano dopo tre anni di silenzio e si candida a buon diritto ad essere potenzialmente il primo singolo dell’album prossimo, che dovrebbe arrivare da qui a qualche mese, e che sarà il sesto disco del gruppo.

Aspettiamo conferme in questa direzione, intanto adesso ci godiamo questa nuova canzone di Chris Martin, Jonny Buckland, Guy Berryman e Will Champion:

 

Categorie
Gossip

Cara Delevigne e Michelle Rodriguez: coppia hot dello showbiz

Cara Delevigne: per chi non la conoscesse, è una delle modelle più famose al mondo, ha appena 21 anni e potrebbe avere il mondo ai suoi piedi se solo lo volesse. Circa un anno fa, la signorina aveva dato una buca pazzesca e inspiegabile nientemeno che a Leonardo Di Caprio; rifiuto che le aveva scatenato contro tutte le ire delle fan sfegatate dell’ex Jack Dawson del Titanic.

leonardo di caprio rifiutato 2 di picche Cara DelevingneDopo tanti dubbi e chiacchiere, però si è capito perché il fascino di Leo non avesse fatto breccia nel cuore di Cara. La top model preferisce le donne, tant’è che dopo mesi di foto rubate, adesso lei e l’attrice Michelle Rodriguez sono uscite allo scoperto. Ma non lasciatevi ingannare dall’apparenza, anche se una è mora e grintosa e l’altra bionda e apparentemente indifesa, i ruoli nella coppia non sono poi così netti e da cliché. Infatti Michelle Rodriguez si è trovata a dire che Cara è una tipa davvero tosta: “E’ una di quelle persone con cui non vorresti mai litigare”.

Tra le due ci sono 15 anni di differenza, che però non sembrano essere un problema: le due bellissime donne si divertono e passano insieme ogni momento libero, e nonostante siano molto impegnate, cercano sempre di trovare del tempo per loro. Durante le sfilate milanesi infatti, Michelle è volata a Milano per stare vicina a Cara Delevigne, protagonista in passerella. Quello che però si vocifera è che in realtà la Rodriguez sia arrivata in Italia per controllare la sua compagna! Infatti la Delevigne ama molto flirtare e sembra essere l’odierno oggetto del desiderio di tantissime, tra attrici, cantanti e altre appartenenti al mondo dello spettacolo.

Categorie
Curiosità

California: tesoro da 10 milioni di dollari dietro casa

Una coppia di nord californiani porta a spasso il cane in un campo dietro casa. Ad un tratto uno dei due scorge qualcosa di luccicante, dei barattoli di latta colmi di monete d’oro, tutte sporche e ricoperte di terra. Senza alterarle o toccarle, la coppia si è rivolta alla Kagin’s, una società americana da 80 anni specializzata in numismatica, che ha mandato sul posto un loro esperto. Il risultato della prima analisi è stato la conta di 1411 rare monete d’oro risalenti alla seconda metà dell’Ottocento.

La prima stima in dollari è pari a circa 10 milioni. Gli Indiana Jones della situazione hanno voluto mantenere l’anonimato per non scatenare la caccia al tesoro nel loro terreno, anche questo rimasto nella misteriosa nube dell’incertezza. La scoperta risale ad aprile dello scorso anno, ma solo ora, dopo le analisi e le stime, è stato reso noto il ritrovamento da parte della Kagin’s, che però ha rispettato la richiesta di anonimato della coppia pur rivelando alcuni dettagli, come il fatto che i barattoli sono stati rinvenuti ai piedi di un grande albero. Si tratta della più importante e preziosa scoperta di monete d’oro mai avvenuto in America del Nord.

Le monete risalgono ad un periodo che oscilla tra il 1847 e il 1894 e il loro valore effettivo è di circa 28 mila dollari. Il tesoro è stato nominato The Saddle Ridge Treasure e David McCarthy, l’esperto della Kagin’s inviato a valutare il tesoro, ha espresso tutta la sua eccitazione per essersi trovato per primo tra le mani una scoperta così importante: “Nemmeno nei miei sogni mi sarei mai immaginato di trovarmi davanti a qualcosa del genere. Incredibile: una quantità simile di monete d’oro perfettamente conservate, alcune addirittura in uno stato migliore di quelle che si trovano nelle collezioni dei musei”. Circa il 90% delle monete ritrovate saranno messe in vendita su Amazon.com, per chiunque fosse interessato!