Categorie
Curiosità

Troppo sesso o troppo poco accorciano la vita

In media stat virtus (in mezzo sta la virtù) dicevano i latini e ogni giorno ne abbiamo sempre di più la conferma. Tra l’eccesso e la mancanza c’è una terra di mezzo, una zona grigia che molti non prendono mai in considerazione ma che esiste ed è bello, almeno una tantum, esplorarla.

Ciò vale anche per il sesso in cui a vincere è sempre e comunque la moderazione, pare infatti che sia l’eccessiva attività sia la sua totale assenza ci inducono ad un invecchiamento precoce. La vita si riduce dunque quando si pende per il troppo o per il troppo poco.

A sostenerlo sono dei ricercatori che hanno pubblicato i risultati dei propri studi sulla rivista scientifica “Science” e, secondo quanto dicono, questa teoria può essere sesso abitudini amore coppie paesiapplicata agli uomini ma anche agli animali. Le due ricerche, condotte da equipe differenti in diverse parti del mondo, giungono alla stessa conclusione: esistono dei meccanismi genetici che possono essere influenzati dalla sessualità .

La prima ricerca, portata avanti dagli studiosi dell’Università di Stanford in California, è stata realizzata sui vermi Caenorhabditis elegans arrivando a capire che un elevata presenza di maschi induce gli stessi ad invecchiare precocemente e le femmine a morire. Questo accade perchè i vermi, per imperdire agli altri maschi di accoppiarsi, rilasciano una tossina nociva anche per le femmine.

La seconda ricerca, condotta dall’Università del Michigan, è stata invece realizzata sui maschi del moscerino della frutta che, quando percepiscono un eccesso di feromoni femminili ma intorno a loro c’è una carenza di femmine, iniziano a deperire velocemente.

Entrambe le riscerche, dunque, dimostrano che il poco e il troppo storpiano, se mi lasciate passare il termine :-).

 

Categorie
Gossip

Lea Michele: sensuale sulla cover del suo nuovo singolo Cannonball

Ha passato un periodo difficile per la prematura scomparsa del suo fidanzato e collega della nota serie “Glee”. Nonostante la tragica esperienza, Lea Michele è riuscita, coraggiosamente, a ritornare sul set, sfruttando tutte le sue energie per il lavoro.

E ora la 27enne celebra l’imminente uscita del primo singolo, estratto dal suo primo album musicale. Mercoledì, Lea Michele ha condiviso la foto della cover del singolo “Cannonball”, un’immagine in bianco e in nero, che la ritrae in tutta la sua sensualità. I suoi occhi fissano dritto verso l’obbiettivo, mentre i suoi lunghi capelli fanno da perfetta cornice al suo viso, truccato accentuatamente.

L’attrice deve essere, sicuramente, entusiasta del suo esordio da cantante e non vede l’ora che arrivi il 10 Dicembre, per rilasciare il nuovo singolo. Ad accompagnare la foto, pubblicata su lea micheleTwitter, ci sono le parole della star: “sono così eccitata sul fatto che tutti voi ascolterete il mio primo singolo Cannonball dell’album del mio debutto LOUDER! #CANNONBALL”.

Mentre Lea Michele gode del suo successo e della sua nuova carriera, è chiaro che il suo amore perduto non si è mai allontanato dalla mente. La giovane celebrità ha rivelato, recentemente, di dedicare due canzoni, del suo album, a Cory Monteith, “You’re Mine” e “If you Say So”.

 

 

 

Categorie
Bellezza & Salute

Acne: gli acidi grassi delle alghe per un nuovo trattamento della pulizia viso

L’acne è un disturbo fastidioso, che colpisce la maggior parte degli adolescenti, ed è possibile trattarlo con le giuste cure. Un nuovo trattamento potrebbe consistere nell’uso di alghe marine. Un gruppo di ricercatori scozzesi ritiene che gli acidi grassi, prodotti da queste particolari piante, potrebbero essere efficaci per la pulizia del viso.

I ricercatori, presso l’Istituto di Acquacoltura, dell’università di Stirling, hanno scoperto che gli acidi grassi potrebbero arrestare la crescita del Propionibacterium acnes, un batterio che provoca il comune disturbo della pelle.

Il dottor Andrew Desbois, che ha condotto lo studio, ha dichiarato: “Molti acidi grassi inibiscono o uccidono i batteri e ora alcuni di questi hanno dimostrato di prevenire la crescita del Propionibacterium acnes… naturalmente gli acidi grassi sono presenti sulla nostra pelle per difenderci contro i batteri indesiderati – maschera bellezza viso fai da tecosì un’ ulteriore applicazione consentirebbe di aumentare le nostre difese esistenti”.

I ricercatori hanno scoperto che sei diversi acidi grassi sono efficaci nel contrastare l’acne; questi includono gli omega-3 e omega- 6, l’acido eicosapentaenoico e l’acido diomogamma-linolenico.

Il team spera di creare una lozione per la pelle, che contenga gli acidi grassi benefici nel trattamento dell’acne. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista “Marine Drugs”.