Non si tratta di un nuovo singolo di Bublè, bensì del brano inciso dal coro Military Wives per i compagni, mariti e fidanzati attivi nella missione in Afghanistan.

Wherever you areCento donne si sono riunite sotto la guida del maestro Gareth Malone per il programma “The Choir” della BBC presentando la canzone “Wherever you are” alla Gran Bretagna e al resto del mondo.

Lo scopo dell’iniziativa è stato quello di sostenere le famiglie che hanno perso un loro caro e i soldati rimasti feriti in guerra, grazie alle vendite dei dischi. Persino il Governo ha rinunciato ad incassare l’Iva dalla vendita, per permettere il massimo degli incassi. Il disco ora è in vetta alle classifiche e il brano “Wherever you are” è diventato un best seller natalizio degli ultimi quattro anni. In copertina il CD presenta un papavero come simbolo della rinascita e della speranza, mentre il brano musicale è stato arrangiato dal compositore Paolo Mealor già noto per composizioni corali al Royal Wedding di Kate e William.

Il capitano Chris Dudley dei Royal Marines ha ringraziato dicendo che questa canzone arriva ai cuori della gente e mostra come sia difficile per le famiglie a casa attendere il rientro dei propri cari.

Nel video del brano “Wherever you are” c’è tutto l’amore delle donne che attendono il rientro dei loro mariti e l’impazienza dei figli che già guardano al futuro preparando striscioni di “Bentornato papà”. E’ un video intenso e commovente: le foto sul campo di battaglia si alternano alla fitta corrispondenza tra i militari e le famiglie le cui parole sono state scelte per comporre proprio il testo della canzone.