close

TV e giochi al computer: danneggiano la vita familiare e aumentano il rischio di obesità nei bambini

I ricercatori avvertono: i bambini, che trascorrono più tempo nel guardare la tv, giocare al computer o ad altri dispositivi elettronici hanno più problemi familiari e maggiori possibilità di essere obesi.

Due nuovi studi suggeriscono che lo sviluppo e la crescita del bambino, che usa tablet o computer portatili, può tramutarsi in un vero disastro emotivo e fisico. Secondo una ricerca, condotta da studiosi australiani presso l’università di Deakin, più ore il bambino passa di fronte lo schermo e più cresce il rischio di una vita familiare perturbata. L’altro studio statunitense, invece, si è centrato sul problema dell’obesità, che può colpire i bambini amanti dei monitor.

Più di 3600 bambini, di età compresa tra i due e i sei anni, hanno preso parte ad uno studio, che ha esaminato l’uso di mezzi elettronici e lo stato di benessere di quegli stessi bambini, due anni dopo. Per la ricerca, sono stati utilizzati dei questionari per misurare i sei indicatori di benessere, compresi problemi emotivi, autostima, emotività, nucleo familiare e reti sociali. I risulati hanno dimostrato uno stato di malessere tra i bambini, che passavano più ore di fronte allo schermo.

In uno studio separato, i ricercatori del Centro di Apprendimento Sociale dell’Oregon, Eugene, hanno analizzato l’associazione tra l’uso di dispositivi elettronici e il BMI, l’indice di massa corporea. Lo studio ha incluso 112 donne, 103 padri e 213 bambini, di età compresa tra i 5, 7 e 9 anni. Uno scarso controllo da parte delle madri, sul tempo trascorso a guardare la tv o a giocare ai videogiochi è stato collegato ad un elevato BMI all’età di 7 anni e un maggiore aumento di peso nel corso del tempo.

Entrambi gli studi sono stati pubblicati su “JAMA Pediatrics”.

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

TV e giochi al computer: danneggiano la vita familiare e aumentano il rischio di obesità nei bambini

I ricercatori avvertono: i bambini, che trascorrono più tempo nel guardare la tv, giocare al computer o ad altri dispositivi elettronici hanno più problemi familiari e maggiori possibilità di essere obesi.

Due nuovi studi suggeriscono che lo sviluppo e la crescita del bambino, che usa tablet o computer portatili, può tramutarsi in un vero disastro emotivo e fisico. Secondo una ricerca, condotta da studiosi australiani presso l’università di Deakin, più ore il bambino passa di fronte lo schermo e più cresce il rischio di una vita familiare perturbata. L’altro studio statunitense, invece, si è centrato sul problema dell’obesità, che può colpire i bambini amanti dei monitor.

Più di 3600 bambini, di età compresa tra i due e i sei anni, hanno preso parte ad uno studio, che ha esaminato l’uso di mezzi elettronici e lo stato di benessere di quegli stessi bambini, due anni dopo. Per la ricerca, sono stati utilizzati dei questionari per misurare i sei indicatori di benessere, compresi problemi emotivi, autostima, emotività, nucleo familiare e reti sociali. I risulati hanno dimostrato uno stato di malessere tra i bambini, che passavano più ore di fronte allo schermo.

In uno studio separato, i ricercatori del Centro di Apprendimento Sociale dell’Oregon, Eugene, hanno analizzato l’associazione tra l’uso di dispositivi elettronici e il BMI, l’indice di massa corporea. Lo studio ha incluso 112 donne, 103 padri e 213 bambini, di età compresa tra i 5, 7 e 9 anni. Uno scarso controllo da parte delle madri, sul tempo trascorso a guardare la tv o a giocare ai videogiochi è stato collegato ad un elevato BMI all’età di 7 anni e un maggiore aumento di peso nel corso del tempo.

Entrambi gli studi sono stati pubblicati su “JAMA Pediatrics”.

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page