close

Turisti inglesi pagano 64€ per 4 gelati in un bar di Roma: accese le proteste!

Ecco qual è la reputazione dell’Italia, e nello specifico della capitale, agli occhi degli inglesi. Il tabloid Daily Mail rivela l’esperienza di quattro turisti inglesi, indignati dai prezzi esorbitanti di una gelateria romana.

È una situazione che potrebbe accadere a molti vacanzieri: pagare, alla cieca, mazzette di banconote straniere e poi rendersi conto, pochi minuti dopo, con una calcolatrice che si è speso molto più del dovuto.

Un gruppo di turisti inglesi sono rimasti sbalorditi quando hanno pagato 64 € (£54), per aver consumato solo quattro gelati a Roma, riaccendendo le proteste in un paese, dove i turisti “vengono spennati” dalle imprese locali.

I turisti Roger Bannister, suo fratello Steven e le loro mogli Wendy e Joyce hanno ordinato quattro coni di gelato alla gelateria Antica Roma su Via della Vite, poco distante da Piazza di Spagna. Il gruppo ha riferito di aver ordinato quattro coni “con due cialde e tre gusti”, pagandoli 16 € l’uno.

Bannister, dirigente di una società a Dudley, ha riferito al Corriere della Sera: “non abbiamo consumato il gelato al tavolo…abbiamo comprato i gelati per mangiarli fuori”.

Inoltre, il signor Bannister, che è stato in Italia per una vacanza di sei giorni con il gruppo, ha riferito al Daily Telegraph che dopo aver pagato, lo staff non ha neanche ringraziato.

I dettagli di quello che è accaduto al gruppo sono emersi gelato turisti inglesi proteste prezzosolo dopo che Matteo Costantini, un assessore che passava da lì, li ha fermati per parlare con loro, dopo aver percepito la loro indignazione. Ha affermato: “erano giustamente indignati per quello che è stato chiesto di pagare. È scandaloso e non dovrebbe succedere. Questa non è la prima volta che i turisti vengono trattati così e purtroppo non sarà l’ultima. Bisognerebbe prendere delle misure restrittive con i locali che presentano prezzi esorbitanti agli ignari turisti”, afferma a Sky News.

Il Signor Costantini ha affermato che avrebbe rimborsato i soldi al gruppo ma loro hanno voluto donarli in beneficienza. I gestori del bar hanno riferito al giornale che il prezzo del gelato era giusto, perché erano grandi porzioni. Per giunta, hanno dichiarato che il gruppo non è stato costretto a pagare e che avevano delle scelte più economiche,  visibili sul listino prezzi del locale.
Ma Matteo Costantini ha ribadito che questa non è la prima volta che tali cose succedono.

Nel 2009, due turisti giapponesi hanno pagato un conto di €695 al ristorante Passetto, che portò il sindaco di Roma a chiedere la sua chiusura.

 

Tag:, , , , ,

Show 3 Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi