Scadenza 730/2013 prorogata al 15 luglio? La causa è dell’IMU incerta

La proroga dei termini di consegna dei modelli di dichiarazione dei redditi 730/2013 è quasi certa. Si aspetta la conferma ufficiale ma pare ormai scontato uno slittamento della scadenza dal 31 maggio al 15 luglio 2013.

La richiesta di proroga è stata insistentemente voluta dalla Consulta Nazionale dei centri di assistenza fiscale – CAF, in seguito dell’effetto delle ultime novità introdotte in tema di IMU e dall’incertezza che ancora aleggia in merito.

IMU, 730, unico 2013, dichiarazione dei redditi, denuncia, ICI, scadenza, prorogaNumerose sono state le problematiche quest’anno, una su tutte il mancato invio dei CUD 2013 a pensionati e cassaintegrati da parte dell’INPS. Questo ha suscitato non pochi inconvenienti a professionisti e centri di assistenza. Non è escluso che qualche contribuente un po’ distratto, non vedendosi recapitare il CUD a casa, si dimentichi completamente dell’obbligo che ha di dichiarare i redditi dell’anno precedente.

E anche l’IMU ha provocato, e continua tuttora, a provocare incomprensioni e disagi. Ad esempio, chi quest’anno ha già fatto il 730 e, con i crediti risultanti, ha deciso di compensare l’acconto di giugno dell’Imposta Municipale sulla prima casa, adesso si ritrova a dover presentare un’ulteriore dichiarazione integrativa.

Rimaniamo in attesa di un decreto ufficiale che ufficializzi la proroga della scadenza dei 730/2013 e porti maggiore chiarezza fiscale.

Rispondi