Ricette: quando la pasta e fagioli incontra le cozze!

L’estate sta finendo e per fortuna il caldo ha allentato la sua morsa. Il cibo in tavola può diventare quindi di nuovo un po’ più elaborato pur rifacendosi sempre a alimenti di stagione che, com’è noto, sono i migliori per la salute e spesso per il palato.

pasta cozze e fagioliUn classico esempio sono i fagioli freschi che solo ora, durante tutto il mese di agosto, si possono gustare appena raccolti. Ma come rendere appetitoso e “estivo” un legume così tipicamente legato alle zuppe invernali? Prima di tutto c’è da specificare che i fagioli che si consumano durante l’inverno con più frequenza sono secchi o comunque congelati, per cui hanno un sapore molto diverso rispetto a quelli freschi che in questo periodo dell’anno, e ancora per poco tempo, si possono trovare nei mercati.

Per quanto un alimento si possa conservare bene in congelatore o essiccato, il suo sapore fresco sarà sempre diverso, il più delle volte più delicato e definito. Inoltre se questo legume si associa a qualcosa che apparentemente non c’entra nulla, si potrebbero avere belle sorprese. Ecco infatti una ricetta molto semplice per una pasta, fagioli e … cozze a regola d’arte! Le cozze sono dei molluschi molto versatili che si prestano alle più varie e gustose associazioni.

Per questa ricetta non serve altro che seguire queste semplici indicazioni. Lavare per bene i fagioli freschi e farli bollire con sale, una cipolla intera e qualche costa di sedano; il tempo di cottura può essere variabile, si aggira intorno all’ora, ma è sempre bene assaggiarli prima di spegnere i fornelli. La cottura infatti dipende dal grado di maturazione del legume che non sempre  quella che il venditore ci riferisce!

Quando i nostri fagioli sono cotti, sollevare dall’acqua cozze ricetta fagiolidi cottura la cipolla e il sedano a metterli da parte e spostare la pentola su un fornello più piccolo. Riportare ad ebollizione di nuovo l’acqua e calare la pasta direttamente nel brodo dei fagioli, facendo attenzione ad aggiungere dell’acqua se il contenuto della pentola dovesse asciugarsi troppo onde evitare che pasta e fagioli si attacchino sul fondo.

Quando la pasta è a metà cottura, prendere una padella e far soffriggere in olio uno spicchio d’aglio e un pugno di cozze sgusciate insieme alla loro “acqua” (è il liquido che si forma quando si lasciano le cozze in guscio in una pentola sul fornello).  Quando la pasta è cotta, togliere l’aglio dal soffritto e mescolare il tutto nella pentola aggiungendo un’abbondante manciata di prezzemolo fresco tritato e il piatto è pronto.

Per questo tipo di piatto si consiglia un formato di pasta piccolo, come la pasta mista o i tubetti rigati, per il resto, buon appetito!

Rispondi