Regione Lazio: 7 arresti per corruzione in atti giudiziari

Terremoto ai vertici della Regione Lazio. Un’operazione dei carabinieri del Noe ha portato all’arresto con l’accusa di corruzione in atti giudiziari sette persone, tra cui il giudice del Tar del Lazio, Franco Angelo Maria De Bernardi, e l’ex presidente della Banca Popolare di Spoleto, Giovannino Antonini.

Dei sette finiti in manette, quattro hanno avuto i domiciliari. Arrestati, secondo le prime indiscrezioni trapelate, anche l’avvocato Matilde De Paola e l’uomo d’affari Giorgio Cerruti. Ma nell’inchiesta sono stati coinvolti anche due alti ufficiali della Marina Militare.

Il giudice Franco Angelo Maria De Bernardi torna alla ribalta della cronaca dopo che nella scorsa primavera era stato coinvolto un una vicenda giudiziaria della Procura di Palermo relativa all’attività di riciclaggio e abusiva attività finanziaria.

L’arresto ai danni di De Berardi è scattato a causa di un regione lazio arrestiaccordo che il giudice avrebbe siglato con l’avvocato Matilde De Paola, nel quale quest’ultima si impegnava “a corrispondere al giudice del Tar somme di denaro quale compenso per il compimento di una serie di atti contrari ai doveri d’ufficio consistenti di volta in volta, nell’accordarsi con parti processuali in ordine alla nomina della stessa De Paola quale difensore in procedimenti davanti al Tar del Lazio”.