Pussy Riot: ritrovata Nadezhda Tolokonnikova, è stata trasferita in Siberia!

Solo ieri vi davamo notizia della sparizione di una delle Pussy Riot: Nadezhda Tolokonnikova, nota ai più come Nadia. Ed oggi ecco arrivare notizie che chiariscono lo stato delle cose e mettono in luce come sono andati realmente i fatti. Nadia, in realtà, non è scomparsa, bensì è stata destinata ad un campo di lavoro nella Siberia: campo che dista qualcosa come 4.500 chilometri da Mosca.

Come ricorderete, le Pussy Riot erano state condannate a 2 anni di prigione a causa degli atti contro Putin nella cattedrale del Cristo Salvatore a Mosca.

A svelare la nuova destinazione di Nadia è lo stesso marito della Tolokonnikova, Piotr Verzilov, che su Twitter ha spiegato come sia in corso il trasferimento di sua moglie.

Una notizia che da un lato rasserena, ma dall’altro fa riflettere pussy riot hacker tribunale condannasulle difficili condizioni di vita che dovrà passare Nadia nel cuore della Siberia.

Sulle condizioni di salute di Nadia, infine, ha riferito il rappresentante per i diritti umani della Russia, Vladimir Lukin. E’ stato proprio lui a garantire le condizioni di Nadia, spiegando come la ragazza stia bene e sia sotto controllo medico.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi