Primo anno di Pontificato di Papa Francesco. E’ già una rivoluzione

Un anno fa il Cardinale Jeorge Mario Bergoglio veniva eletto Papa a seguito delle dimissioni di Papa Benedetto XVI.images

Il 13 marzo 2013, esattamente un anno addietro, alla quinta votazione del conclave veniva eletto il nuovo Papa, Papa Francesco.

I segni del cambiamento si videro sin dai primissimi istanti in cui Papa Francesco comparve per la prima volta ai fedeli che da giorni gremivano Piazza San Pietro in attesa del nuovo Papa.

“Fratelli e Sorelle, Buonasera”, queste le prime parole di Papa Bergoglio subito dopo l’annuncio “Habemus Papam”.

Parole semplici, umili, seguite da altrettante parole dirette alla folla, ai fedeli, insomma alla gente, alla popolazione.

Già il nome scelto è un nome che evoca povertà ed umiltà, Francesco,come San Francesco d’Assisi.

E’ passato solo un anno ma sembra già un’eternità. Papa Francesco, infatti, ha sin da subito rivoluzionato la Chiesa nella sua interezza cambiandola radicalmente.

Il principio è la povertà, ha detto più volte “Vorrei una Chiesa povera” e le sue non sono state solo parole. Ha scelto il più modesto degli abiti (veste bianca senza orpelli), non indossa le scarpe sfarzose utilizzate dai suoi predecessori bensì cammina con semplicissime scarpe nere usurate.

Ha rifiutato la scorta, non sopporta le auto di lusso e scelse Lampedusa  quale primo viaggio da Papa per portare conforto ai poveri immigrati, incontrando direttamente quest’ultimi saltando le passerelle degli incontri con le Autorità.

Sempre in mezzo alla folla non si esime dall’abbracciare tutti indistintamente, segno di grande amore per il prossimo e, soprattutto, per i più bisognosi.

Anche oggi per la ricorrenza del primo anno nessuna cerimonia e nessuno sfarzo. Soltanto un tweet “Pregate per me”.

Molteplici sono state in un solo anno le innovazioni apportate da Papa Bergoglio e tra queste non possono non essere ricordate l’apertura agli omosessuali ed alle persone divorziate, sostenendo che la Chiesa deve essere la casa di tutti.

Tra gli impegni più proficui, invece, non può che rimarcarsi quello della lotta alla pedofilia, vera piaga della Chiesa degli ultimi anni, ed il prodigarsi per il mantenimento della pace tra i popoli per il quale Papa Francesco è stato anche candidato al Premio Nobel per la Pace.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi