PDL, Cicchitto spara sui falchi: potremmo non partecipare al Consiglio Nazionale

Volano gli stracci nel PDL, dove adesso le acque sembrano davvero agitate tra i falchi fedeli alla linea di Silvio Berlusconi e alla nuova Forza Italia, e gli innovatori di Angelino Alfano, Formigoni e Cicchitto con una linea di fedeltà al Governo Letta più marcata.

Cicchitto_PDL_FalchiGli innovatori del PDL non si arrendono, anzi Cicchitto rilancia e minaccia che l’ala governativa del Popolo della Libertà potrebbe disertare il Consiglio Nazionale previsto per sabato prossimo, 16 novembre. Troppe pressioni e minacce da parte dei falchi avrebbero fatto saltare il banco, che Angelino Alfano cercava di mantenere in piedi con diplomazia.

Gli uomini di Silvio Berlusconi, in vista dell’assemblea, hanno dato un’accelerazione netta alle proprie posizione oltranziste, puntando tutto sul tallone d’Achille del Cav in questo momento: la decadenza da senatore e l’impossibilità di stare al Governo con chi votando a favore commetterebbe “un omicidio politico”. Mentre Alfano&Co. scindono la vicenda personale di Berlusconi dal futuro del Governo Letta. Vedremo se la spaccatura si verificherà proprio in fase di Consiglio Nazionale del PDL, che da sabato diventerà Forza Italia, oppure se già in queste settimana, che si preannuncia molto tesa vi sarà la rottura definitiva con tutte le conseguenze del caso su Legge di Stabilità da approva e tenuta del Governo di Enrico Letta.

 

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi