Million Mask March: una marcia mondiale nel segno di Anonymous per fermare la sorveglianza

Si chiama Million Mask March ed è stata indetta per oggi, 5 novembre, in tutto il mondo… o quasi. Ma di che stiamo parlando? E’ presto detto. Anonymous, Wikileaks, The Pirate Bay, il movimento Occupy (in tutte le sue forme), il Partito Pirata e tutti gli hacktivisti si sono riuniti per dare vita ad un giorno di protesta contro la sorveglianza indiscriminata dei governi e le intercettazioni di massa.

Una giornata che metta in primo piano i diritti di tutti i cittadini del mondo ad avere trasparenza, libertà e giustizia, così come dovrebbero essere realmente e non secondo strane logiche di potere.

La Million Mask March vedrà coinvolte qualcosa come 450 location che vanno da Washington a Londra, da Oslo a Tokyo, fino a giungere anche in Italia a: Milano, Aosta, Torino, Venezia, Roma, Napoli, anonymousBari, Firenze, Bologna, Catania e Palermo.

Il tutto nel pieno rispetto di quelli che sono i principi e le “regole non regole” che vigono nel movimento di Anonymous: non ci sono regole e non ci sono comandanti, è possibile fare tutto ma in uno spirito di pace e amore e nessuno ha bisogno di una maschera per essere “anonymous”; si può anche perdonare e dimenticare, essere d’accordo o in disaccordo, dire di no e restare pacifici.

Per chi volesse approfondire: millionmaskmarch.org

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi