Meredith Kercher, la sorella: non sapremo mai la verità

Nonostante i giudici abbiano condannato, per l’ennesima volta, Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l’omicidio della studentessa inglese, per la famiglia di Meredith Kercher tutto ancora rimane un mistero

Meredith-KercherOggi a Firenze, durante una conferenza stampa, Stephanie Kercher, sorella della vittima, ha dichiarato: “penso che dobbiamo ancora scoprire la verità. Questo perché non abbiamo mai veramente saputo cosa è successo quella sera…questa volta il verdetto è stato accolto…siamo più vicini alla fine, e così possiamo iniziare a ricordare Meredith per quello che lei era”. Quando è stato chiesto se Amanda Knox dovrebbe essere estradata, il fratello di Meredith ha risposto: “se qualcuno è ritenuto colpevole o condannato per omicidio e se esiste una legge di estradizione tra i due Paesi, allora non vedo perché no”.

Il professor Alan Dershowitz dell’università di Harvard ha dato un parere sul caso di Amanda Knox su NBC News: “se questa decisione sarà presa, gli Stati Uniti non potranno che estradarla. È il Paese che estrada più persone al mondo. Stiamo cercando di riportare Edward Snowden. Come possiamo rifiutarci di consegnare qualcuno condannato per omicidio?”.

Tuttavia, d’altro canto un esperto legale ha dichiarato alla CNN che Amanda Knox non dovrebbe tornare in Italia. Sean Casey, della Kobre & Kim di New York, ha affermato: “già una volta è stata processata e poi assolta. In base al trattato, l’estradizione non dovrebbe essere concessa”.

Ora non ci resta che aspettare la decisione del dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi