Matteo Renzi: centrodestra self service e a D’Alema non risponde

Intervistato ai microfoni di Radio Capital Matteo Renzi, prossimo segretario del PD, parla del caso Cancellieri, di quanto sta accadendo in Sardegna e del nuovo centrodestra che definisce un “self service”, ma non risponde alla polemica con Massimo D’Alema.

Matteo_Renzi_PDE’ un Matteo Renzi già pimpante quello che si presenta ai microfoni della radio del gruppo Espresso alle 8 di mattina, forte della vittoria incassata ieri (quella meno scontata), ormai sa di volare dritto fino alla poltrona di segretario del Partito Democratico. E così, rinuncia a parlare della sua vittoria e dedica l’intervista all’attualità. Parte da quanto sta accadendo in Sardegna in queste ore, dicendo che i fondi stanziati per la tutela del territorio sono solo 30 milioni di euro a fronte degli oltre 3 miliardi necessari per mettere in sicurezza il territorio italiano.

Poi, passa al caso Cancellieri dicendo apertamente che il Ministro della Giustizia si dovrebbe dimettere, perché deve finire l’era degli amici degli amici, perché secondo Renzi la gente non tollera più questi atteggiamenti. Poi, giustifica gli interventi di Napolitano a difesa di Governo e Ministro, ma sottolinea come sia il Parlamento a decidere; inoltre, sottolinea come il Ministro Cancellieri dovrebbe dimettersi prima del voto di sfiducia di domani.

E dedica una stoccata anche al Centrodestra, dicendo che ormai è un po’ come un self service, in cui ognuno si fa il partito in base alla necessità del momento: se stai con Berlusconi sei di Forza Italia, se vuoi sostenere il Governo passi con Alfano e il Nuovo Centrodestra, se vuoi essere terzo puoi optare per Fratelli d’Italia.

C’è tempo per parlare di Briatore, che secondo il Sindaco di Firenze non voterà alle primarie e Massimo D’Alema, cui decide di non rispondere perché la gente è stanca di queste cose. Insomma, Matteo Renzi certo della vittoria e forte del sostegno di un numero sempre maggiore di esponenti del PD, come Sergio Chiamparino aggiuntosi in queste ore, parla di proposte politiche e fatti concreti evitando di impantanarsi in quelle sterili discussioni e polemiche, che tanto hanno stufato gli elettori del PD e non solo.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi