Mangiarsi le unghie può provocare la morte

E’ accaduto a Londra ad un giocatore inglese di football amatoriale, John Gardener  (40 anni), deceduto per un attacco di cuore dopo essersi mangiato le unghie.images

Il malcapitato John, come altre milioni di persone al mondo, aveva il vizio di mangiarsi le unghie fino a farle sanguinare, senza avvertire alcun dolore essendo ormai abituato a tale gesto. Purtroppo per lui, i taglietti sulle mani provocati da tale brutta abitudine, hanno causato una setticemia, malattia del sangue, che non gli ha lasciato scampo.

Difatti, alla setticemia è seguito l’infarto e nonostante l’immediato trasporto in ospedale,  è morto due settimane dopo.

I parenti, ancora sotto choc, hanno riferito che ultimamente il vizio era aumentato notevolmente a causa di depressione e ansia.

Bisogna essere consapevoli che anche un gesto apparentemente innocuo come quello di “mangiucchiarsi” le unghie può essere pericoloso.

I piccoli taglietti provocati sulle mani, se non prontamente disinfettati, possono portare a gravi conseguenze che magari non si verificano subito ma che  con il trascorrere del tempo possono insorgere fino a provocare seri pericoli.

 

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi