Londra, Lambeth: 3 donne schiave per 30 anni e nessuno sapeva nulla

Tre donne segregate e ridotte in schiavitù, non in un Paese del terzo mondo, ma in un quartiere bene della City di Londra. Ecco la scoperta che fa paura alla Gran Bretagna e avvalora la tesi di Andrew Boff che ci sia una Londra “oscura”, sotto gli occhi di tutti.

Sono una malese di 69 anni, un’inglese di 57 e un’irlandese di 30 le tre donne che la polizia britannica ha liberato dal regime di schiavitù in cui erano tenute da ormai 30 anni, da una coppia di anziani. Si pensa che la più giovane delle tre praticamente non abbia mai vissuto libera e sia cresciuta all’interno di quella casa borghese nel quartiere bene di Lambeth, dove nessuno si era accorto di queste tre donne “invisibili”, che ha detta degli stessi investigatori di Scotland Yard godevano di una libertà minima, ma che erano così intimorite dalla coppia da non riuscire nemmeno a pensare di scappare.

Una storia terribile di cui ancora vanno chiariti diversi aspetti. L’altro aspetto sconvolgente è che i due anziani siano già stati liberati sotto pagamento di una cauzione e quindi siano potuti tornare a casa. Vedremo nelle prossime ore come si delineerà questa storia che ha dell’incredibile, ma che dimostra come sia ancora possibile nell’era dei social network e della privacy impossibile da mantenere, avere segreti terribili.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi